Mondo Bio

100 i milioni di euro destinati all’agricoltura biologica toscana per il 2021/22

100 milioni di euro destinati all’agricoltura biologica toscana nel 2021/22
Stefania Saccardi

La Giunta regionale ha approvato le delibere presentate dall’assessora Stefania Saccardi. Al momento sono 20 i milioni per l’agricoltura sostenibile.

 

Ammontano a 312 milioni di euro le risorse europee che la Toscana avrà a disposizione per l’agricoltura nella programmazione 2021-2022, soldi che dovranno essere per forza impegnati entro il 2023 e spesi entro il 2025. Se i termini non saranno rispettati si corre il rischio di incorrere nel disimpegno, cioè nel ritiro delle risorse, che saranno tolte anche dalle programmazioni successive.

Al biologico saranno destinati 50 milioni all’anno. Risorse più che raddoppiate rispetto alla programmazione precedente che prevedeva il 20%. Un fronte innovativo sul quale saranno investiti almeno 3 milioni di euro è quello della distribuzione attraverso una piattaforma logistica per aiutare e facilitare l’incontro tra la domande e l’offerta. Nel frattempo la Giunta regionale toscana ha approvato le delibere presentate dall’assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi a favore di interventi che rientrano nelle misure agro-climatico-ambientali.

Il pacchetto riguarda due ambiti: le linee guida per l’emanazione dei bandi mirati alla conservazione nel suolo della sostanza organica e al miglioramento della gestione degli input chimici e idrici oltreché alla conservazione delle risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità; le linee guida per l’introduzione e il mantenimento dell’agricoltura biologica.

Al momento ammontano a 20 milioni le risorse messe a disposizione dell’agricoltura sostenibile, cifra che arriverà nel biennio 2021/22 a circa 122 milioni di euro, di cui 100 milioni destinati al bando dell’agricoltura biologica. Tutto questo non appena il Governo avrà stabilito la ripartizione delle nuove risorse da destinare al Piano di Sviluppo Rurale per il 2021-2022.

Questi bandi sono molto attesi da agricoltori e loro associazioni, i primi a vedere nell’agricoltura un sistema fondamentale nella salvaguardia del territorio e dell’ambiente– spiega Saccardi –. Per questo abbiamo deciso di finanziarli subito con le risorse a nostra disposizione, così da dare modo agli agricoltori di produrre la domanda entro i tempi della scadenza di maggio. Va da sé che non appena sarà fatta la nuova ripartizione dei fondi PSR aumenteremo le risorse dei bandi così da soddisfare il maggior numero possibile dei soggetti in graduatoria”.

Fonte: Regione Toscana

Tags

1 Commento

Clicca qui per lasciare un commento