Mobilità

A misura di bici: Castiglione della Pescaia conquista ancora la Bandiera gialla

Elena Nappi - ritiro bandiare Gialla 2020
Confermato anche il punteggio di tre bike-smile. La vicesindaca Elena Nappi: “La Fiab ha premiato le nostre scelte sulla moderazione del traffico e della velocità”.

 

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Gr) – Sventola anche quest’anno su Castiglione della Pescaia la Bandiera gialla della Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta). Confermato alla cittadina costiera anche il punteggio di tre bike smile riportato sul vessillo.
La cerimonia di consegna degli attestati e delle bandiere Comuni Ciclabili 2020, alla terza edizione, si è svolta ieri 12 novembre presso la Centrale Nuvola Lavazza di Torino.

ComuniCiclabili è un riconoscimento che, attraverso criteri oggettivi e misurabili, identifica il livello di ciclabilità di una città e del suo territorio, premiando gli sforzi di quelle amministrazioni che coraggiosamente mettono in pratica concrete politiche bike-friendly e guidandole a fare sempre meglio. Della rete ComuniCiclabili fanno parte oggi 117 località sparse lungo tutta la penisola.

«Fiab ha riconosciuto ancora una volta a Castiglione della Pescaia un’alta valutazione del miglioramento nella mobilità ciclistica – dice soddisfatta la vicesindaca Elena Nappi, presente al ritiro della bandiera nel capoluogo piemontese – Il nostro impegno per essere sempre più bike friendly ha prodotto secondo Fiab ottimi risultati e per il 2020 ci ha confermato le tre bike smile. Una valutazione arrivata dopo aver verificato le nostre decisioni sulla moderazione del traffico e della velocità, come i numerosi attraversamenti pedonali rialzati e l’estensione delle aree a bassa intensità di traffico e di velocità. Scelte che rendono Castiglione della Pescaia un paese sempre più a misura di persona».

E a proposito di mobilità ciclabile, in luglio il Comune ha firmato l’accordo di programma con la Regione Toscana per la costruzione del tratto di Ciclovia Tirrenica che ricadrà nel territorio comunale: sono 40 chilometri, per una spesa di 3 milioni e 260 mila euro, dei quali 2 milioni e 300 mila cofinanziati dalla Regione.

«Per i lotti 3 e 4 della Ciclovia – anticipa la vicesindaca – che si snodano da Rocchette fino al confine con il territorio di Marina di Grosseto la macchina amministrativa sta procedendo speditamente con la progettazione esecutiva necessaria per andare in gara d’appalto e far partire i lavori, come previsto nell’accordo di programma. La mobilità sostenibile è una nostra priorità. Il benessere dei nostri cittadini e lo sviluppo economico in chiave turistica passano sempre di più anche attraverso le piste ciclabili».

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social