Appuntamenti Incontri

A Pietrasanta il surriscaldamento del pianeta tra cinema e letteratura

picco-per-capre-una-scomoda-verità

Proiezione del film documentario “Una scomoda verità 2” di Al Gore preceduto dalla presentazione del libro “Picco per capre” di Jacopo Simonetta e Luca Pardi.

PIETRASANTA (LU) – Stasera alle 21:15, al cinema di Pietrasanta, la proiezione del film documentario “Una scomoda verità 2” di Al Gore con il patrocinio dei Gas Vezza, Gas Forte dei Marmi e degli Amici della Terra Versilia. Dopo undici anni l’autore torna ad affrontare sullo schermo un argomento che in questi anni non ha mai smesso di approfondire: il surriscaldamento del globo terrestre, le sue cause, i suoi effetti e le alternative praticabili. Il documentario lo segue nelle sue conferenze e nei suoi incontri a tutti i livelli dando forza alle sue riflessioni con immagini molto significative. La crisi climatica è solo un aspetto di un quadro ben più ampio che abbraccia ogni sfaccettatura della nostra vita e del nostro mondo: dalla politica alla biodiversità, dall’acqua alla complessità sociale.

Il film sarà preceduto dalla presentazione del libro “Picco per capre. Capire, cercando di cavarsela, la triplice crisi: economica, energetica ed ecologica”, scritto da Jacopo Simonetta e Luca Pardi con la prefazione di Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana. Il picco di tutto, del petrolio e dell’energia in generale, dei minerali, dell’acqua e gli effetti ecologici di due secoli e mezzo di espansione quasi ininterrotta della nostra specie e delle sue specie alleate, hanno portato a una situazione insostenibile a cui si deve metter mano immediatamente. Il picco di qualcosa è il momento in cui si è raggiunto il massimo ottenibile, e che prelude  a una più o meno rapida diminuzione o mancanza di qualcosa. Chiunque sale una montagna sa che poi dovrà scendere, ed è importante prepararsi per la discesa,  non lasciandosi sorprendere dal buio, mantenendo un po’ di energie per non crollare esausti ed essere pronti alle difficoltà che un sentiero diverso da quello  di salita può comportare.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags