Appuntamenti Olistica

Sowarigpa: a Pisa il sesto congresso sulla medicina tibetana

La statua del Buddha Śākyamuni introdotta in Tibet nel VII secolo dalla principessa cinese Wénchéng. (Foto da it.wikipedia.org).
La statua del Buddha Śākyamuni introdotta in Tibet nel VII secolo dalla principessa cinese Wénchéng. (Foto da it.wikipedia.org).

Alla Stazione Leopolda di Pisa dal 20 al 22 aprile. Una medicina olistica con una visione globale, che tiene conto di ogni fattore e interconnessione e lavora prima di tutto sulla prevenzione.

PISA – Dal 20 al 22 aprile, presso la Stazione Leopolda di Pisa, si svolgerà il sesto congresso internazionale sulla Sowarigpa (medicina tibetana). Nata in un paesaggio bellissimo ma spesso ostile, la medicina del Paese delle Nevi ha dovuto far presto i conti con condizioni climatiche estreme ed esigenze di vita faticose, che non permettono certo un approccio approssimativo, strutturando un complesso sistema che, con consapevolezza e lungimiranza, tiene conto di ogni valutazione ambientale e individuale, inserendo pienamente lo sviluppo della persona in un’ampia rete di interrelazioni e interconnessioni. È anche per questo che la Medicina Tibetana progressivamente affina i suoi strumenti: tiene conto delle tradizioni più antiche, che quasi si perdono nella leggenda, conservando con cura elementi autoctoni che a un’analisi attuale paiono di una incredibile lungimiranza, ma è sempre aperta al confronto, studiando e incorporando elementi delle culture confinanti e non solo, come la medicina ayurvedica e cinese, quella persiana, e, per suo tramite, anche la nostra medicina ippocratica.

È veramente una medicina olistica, come oggi la definiremmo, che tiene conto, con una visione globale, di ogni fattore e interazione, lavorando prima di tutto sulla prevenzione e sul mantenimento della salute come equilibrio ottimale di vari fattori, cui ci si riferisce complessivamente come corpo, voce (o energia) e mente. Attraverso la trasposizione in cinque elementi – spazio, vento, fuoco, acqua e terra – tutto viene analizzato e valutato: la specifica natura del corpo fin dalla sua formazione, l’ambiente in cui si colloca e lo stile di vita, il tempo stagionale e le età che attraversa, l’alimentazione, le attività, l’aspetto emotivo e psicologico, l’etica e l’interazione sociale.

L’evento è aperto a tutti. Giovedi 19 aprile alle 20.30 la cerimonia di apertura con un concerto di mantra tibetani. E’ possibile partecipate dietro un’offerta libera scrivendo all’organizzatore italia@sorig.net oppure iscrivendosi il 19 aprile presso la Stazione Leopolda sala storica dalle ore 18. Nelle serate di sabato e domenica ci sarà un’apertura straordinaria dalle 18 alle 20 per visitare la mostra fotografica “Segrete Stanze” ospitata dal congresso sulla cultura Nagkpa (gli yogi del tibet), fondamentale nella trasmissione e preservazione di questa tradizione, sia da un punto di vista medico che spirituale. Ingresso a offerta libera. Il programma e la descrizione dell’evento è visibile sul sito www.sorigcongress.org

Fonte: Comune di Pisa

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social