Rifiuti e riciclo

Abbandoni selvaggi, a Firenze tre casi risolti in pochi giorni dai vigili di Rifredi

Foto Comune di Firenze
Foto Comune di Firenze
Un responsabile individuato grazie a una telecamera, un altro tramite le foto scattate da un agente che stava rientrando a casa. Ma le multe sono troppo basse.

 

FIRENZE – Un responsabile rintracciato grazie a una telecamera, un altro individuato dopo una serie di verifiche e il terzo colto sul fatto da un agente libero dal servizio che ha fotografato la targa del veicolo per risalire poi alla sua identità. Sono le ultime tre indagini della Polizia Municipale contro altrettanti casi di abbandono di rifiuti avvenuti la scorsa settimana. Ancora una volta in azione gli agenti del Reparto di Rifredi sul territorio del Quartiere 5, dove sono frequenti gli scarichi illegali.

Il primo caso è avvenuto nella zona di via dei Cattani dove sono stati abbandonati mobili e suppellettili varie. Gli agenti sono risaliti al responsabile, un italiano residente a Campi Bisenzio, grazie a una telecamera: nelle immagini si assiste allo scarico avvenuto di notte. L’uomo è stato rintracciato dalla targa del veicolo usato. Convocato presso la sede del reparto di fronte all’evidenza delle immagini non ha cercato giustificazioni: per lui la sanzione da 166,67 euro per aver violato il Regolamento comunale smaltimento rifiuti.

Stessa multa anche per il responsabile dell’abbandono di rifiuti in via della Sala. Anche in questo caso si tratta di suppellettili varie scaricate sotto un albero. L’uomo, una volta scoperto, ha cercato di rimediare portando via il materiale ma questo non gli ha risparmiato il verbale.

Il terzo caso invece è emerso grazie alla prontezza di un agente del reparto che, tornando a casa dopo il servizio, ha notato un motocarro fermo vicino a una postazione di Alia in viale Togliatti e due uomini intenti a scaricare del materiale. Si trattava di scatole di cartone lasciate poi dietro ai cassonetti. Senza farsi notare l’agente ha fotografato la scena e nei giorni successivi, dalla targa, è risalito al proprietario del mezzo, residente a Fiesole.

Tutti e tre sono stati convocati negli uffici della Polizia Municipale e hanno dovuto pagare una multa di 167,67 euro ciascuno, come da regolamento. Multe irrisorie a dire il vero, che andrebbero riviste, alle quali però va aggiunta la figuraccia. Che forse, più della multa, la prossima volta servirà da deterrente.

Fonte: Comune di Firenze

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags