Attualità

Agliana chiude al 5G, il sindaco: “Applichiamo il principio di precauzione”

municipio_agliana
“Ritengo che il progresso debba fare un passo di lato quando si tratta della salute dei cittadini”. La decisione dopo un confronto con le associazioni.

 

di Gabriella Congedo

AGLIANA (Pt) – Sono più di 400 i Comuni italiani che hanno detto “no” all’installazione delle antenne 5G. Di questa schiera adesso è entrato a far parte anche il Comune di Agliana nel Pistoiese. Ieri, giovedì 10 giugno, il sindaco Luca Benesperi ha firmato l’ordinanza “contingibile e urgente” che vieta la sperimentazione e l’installazione su tutto il territorio comunale di impianti con tecnologia 5G.

La sigla vuol dire “quinta generazione” di tecnologie per la telefonia e la trasmissione dati mobile. Il suo scopo è rendere questa trasmissione fino a venti volte più veloce rispetto al 4G. Mancano però al momento studi preliminari sulla valutazione del rischio sanitario per le persone e per l’ecosistema.

“Come massima autorità sanitaria locale ritengo che il progresso debba fare un passo di lato quando si ha a che fare con la salute dei cittadini – ha detto il primo cittadino – per di più in un territorio fortemente antropizzato come il nostro, dove vi sono molteplici fonti di inquinamento. Non essendoci studi definitivi ma comunque ampia letteratura a sostegno, in base al “principio di precauzione” questo provvedimento mira a tutelare la salute dei cittadini aglianesi”.

La decisione è stata presa dopo un confronto con le associazioni Obiettivo Periferia, Acqua Bene Comune, Alleanza Beni Comuni le quali, come avevano già fatto il mese scorso a Pistoia, hanno fornito all’amministrazione comunale tutta la documentazione in loro possesso sui possibili rischi per la salute, derivante in gran parte dal lavoro di ISDE – Medici per l’Ambiente e dell’oncologa Patrizia Gentilini.

“Ringraziamo vivamente il Sindaco e l’intera Giunta per essersi dimostrati attenti e scrupolosi nel verificare ciò che documentavamo e nell’agire di conseguenza – commentano le associazioni.- Vogliamo ringraziare anche tutti i cittadini che ci hanno contattato e aiutato con segnalazioni, telefonate, pareri affinché ci potessimo attivare anche in questa situazione come già fatto in altre occasioni. Proseguiremo con la serietà e l’impegno che ci contraddistinguono le nostre battaglie in difesa dell’ambiente, per il bene comune e per la salute nostra e dei nostri figli”.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

1 Commento

Clicca qui per lasciare un commento