Agricoltura

Agricoltura eroica: un premio dedicato ai giovani che resistono

giovani agricoltori
Sono aperte le iscrizioni al bando del “Premio Pontremoli 2019” promosso da Cia Toscana Nord, rivolto agli agricoltori delle aree disagiate dell’Appennino toscano.

 

PONTREMOLI (Massa e Carrara) – Un riconoscimento per chi si ostina a fare l’agricoltore, il pastore e l’allevatore e per chi cura e diffonde la cultura della terra, della biodiversità, del paesaggio e dell’ambiente nelle zone più interne e disagiate della Toscana.
Sono aperte le iscrizioni per la quarta edizione del Premio Pontremoli, dedicato ai ‘Giovani per l’agricoltura di presidio’, istituito dalla Cia Toscana Nord in collaborazione con Slow Food Toscana e con il patrocinio del Comune di Pontremoli e della Strategia nazionale Aree interne della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Possono partecipare tutte le aziende agricole iscritte alle Camere di Commercio della Toscana e condotte da giovani agricoltori che operano in contesti di particolare svantaggio e di isolamento geografico e sociale.

«Lo scopo del premio – spiega il presidente della Cia Toscana Nord Piero Tartagni – è dare un incoraggiamento a coloro che si ostinano a praticare le colture agricole e l’allevamento animale promuovendo, in questo modo, la cultura della terra, la biodiversità, il paesaggio e l’ambiente. Sappiamo che la presenza di questi giovani che presidiano il territorio porta benefici economici, ambientali ed etici alle comunità della montagna e delle aree interne della Toscana, nonché di tutti i territori in cui si pratica quella che viene giustamente definita agricoltura eroica”.

Il bando è disponibile a questo link

Condividi l'articolo sui tuoi social
error

Condividi l'articolo sui tuoi social