Appuntamenti Ecosistema

Sabato apre i battenti il Museo della Biodiversità di Monticiano

Monticiano_Museo della biodiversità
Gestito da WWF Oasi,  è una struttura all’avanguardia che si candida a diventare un punto di riferimento nazionale per l’educazione ambientale.

 

MONTICIANO (Si) – Apre i battenti sabato 18 maggio alle 11.00 il Museo della Biodiversità di Monticiano. E’ il primo tassello di un progetto più ampio che si sviluppa all’interno della riserva naturale dell’Alto Merse.
Oltre alla struttura museale infatti diventerà operativo anche il Centro direzionale ed educativo del Sistema delle Riserve Naturali della provincia di Siena e, nelle prossime settimane, anche l’Ostello della Biodiversità.
Nell’insieme nascerà quello che è stato definito il Borgo della Biodiversità. A gestirlo il WWF attraverso la società WWF Oasi, interna alla Fondazione, che ha vinto il bando promosso dalla Provincia di Siena.

“Un sistema di questo livello non ha simili in Italia” spiegano dal WWF. Alla sua realizzazione hanno partecipato Luigi Boitani come responsabile scientifico ed esperti e studiosi altrettanto noti nel campo della ricerca e della divulgazione come il geologo Mario Tozzi, Alessandro Chiarucci, Folco Giusti, Sandro Lovari e altri ancora.

Il Museo racconta il valore, l’importanza, i rischi che sta correndo la biodiversità sia a livello planetario che nazionale e locale. Si parte da un primo approccio conoscitivo con immagini, pannelli didattici ed effetti visivi. Il secondo momento è invece dedicato all’approfondimento, grazie a vari livelli di informazioni, grafici, notizie, giochi interattivi. L’intero percorso tratta il tema della biodiversità in modo accessibile a tutti.

Il percorso museale si articola su due piani, per una superficie complessiva di circa 720 mq.
Il piano terra, costituito da 6 sezioni, racconta che cosa è la biodiversità, dove si trova, a cosa serve e come si forma; spiega cos’è l’estinzione delle specie e quali sono i rischi per la sopravvivenza della vita sul Pianeta; quali gli strumenti di conservazione, a cominciare dalle aree protette. Il secondo piano è invece dedicato al territorio senese, dove 14 isole espositive identificano e descrivono le caratteristiche di ciascuna delle riserve naturali della Provincia. In questa grande sala sarà presto allestito anche uno spazio dedicato alle Oasi del WWF.

Il Museo, e il Borgo della Biodiversità nel suo complesso, sono studiati e saranno gestiti per accogliere addetti ai lavori, studiosi, scuole, turisti e campi estivi e invernali del WWF. Si candida quindi a divenire un punto di riferimento centrale per l’educazione ambientale.

Dopo l’inaugurazione di sabato 18 maggio, che si terrà alle 11.00 in via XXV aprile, 5 a Monticiano (SI), domenica 19 il Museo aprirà ufficialmente dalle 10,30 alle 17,30 con una visita promozionale a metà prezzo, in occasione della Giornata Oasi WWF.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags