Rifiuti e riciclo

Bagno a Ripoli, adesso in tutte le scuole la mensa è 100% plastic free

Bagno a Ripoli, il personale della società di refezione scolastica SIAF
Bagno a Ripoli, il personale della società di refezione scolastica SIAF
Stoviglie lavabili e acqua ‘del sindaco’ per risparmiare 21 tonnellate di plastica all’anno. Anche l’ultima scuola ad avere piatti usa e getta dirà addio alla plastica grazie all’acquisto di una lavastoviglie.

 

BAGNO A RIPOLI (Fi) – Ne mancava solo una. Adesso anche l’ultima scuola di Bagno a Ripoli ad avere piatti usa e getta, quella della scuola media “Redi”, dirà addio alla plastica grazie all’acquisto di una lavastoviglie. E con il nuovo anno scolastico nelle scuole di Bagno a Ripoli tutte le mense saranno al 100% “plastic free”.

Si completa così la trasformazione “verde” del servizio di refezione scolastica avviata da anni dal Comune e dalla società di refezione Siaf, che ogni giorno mette a tavola circa 1.800 alunni ripolesi senza l’impiego di stoviglie o contenitori di plastica.
Una battaglia, quella della “eco-mensa”, che già oggi, grazie all’impiego in 15 scuole su 16 di stoviglie lavabili, acqua del rubinetto servita nelle brocche, sacchetti biodegradabili per la frutta e vaschette di acciaio per l’invio dei pasti, consente di risparmiare ben 21,5 tonnellate di plastica ogni anno.

“Siaf e il Comune – spiega il sindaco Francesco Casini – da sempre hanno scelto di non usare materiale a perdere e plastica per la refezione scolastica. Abbiamo calcolato quanto sarebbe stato l’impatto se Siaf avesse utilizzato la plastica nelle mense. Il risultato è incredibile. Solo rinunciando all’acqua in bottiglia si risparmiano 140 metri cubi di plastica in un anno, che corrispondono a un appartamento di 50 metri quadrati alto 2,70 metri pieno di bottiglie di plastica fino al soffitto”.

Nel dettaglio, la mensa “plastic free” di Bagno a Ripoli fa risparmiare ogni anno 21.488 kg di plastica così ripartiti: 2.333 kg di bottiglie di plastica da 1,5 litri (25 grammi al pezzo, calcolando che ogni giorno ne venga distribuita una per tre utenti); 7.840 kg di piatti piani e fondi (14 grammi al pezzo, calcolandone uno al giorno per ogni tipo per ciascuno studente); 3.780 kg per il tris di posate confezionate (13,5 grammi, uno per utente); 700 kg di bicchieri (2,5 grammi, uno per utente); 6720 kg di vaschette multiporzione per l’invio dei pasti nelle scuole (80 grammi, tre ogni dieci utenti); 115,2 kg di sacchetti per frutta (8 grammi, una per ogni sezione).

“Con il nuovo anno scolastico – aggiunge il sindaco – tutte le nostre mense saranno ‘green’. Con una piccola grande rivoluzione che fa bene all’ecosistema e soprattutto forma ed educa sui banchi di scuola piccoli cittadini consapevoli e rispettosi dell’ambiente”.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social