Attualità Itinerari

Boom di prenotazioni on line per visitare l’isola di Montecristo

Cala Maestra (foto da www.islepark.it)
Cala Maestra (foto da www.islepark.it)
L’Ente Parco: di questo passo si esauriranno presto anche gli ultimi 600 posti. Prima gita del calendario il 2 marzo, brindisi e gadget per i visitatori.

 

di Iacopo Ricci

PORTOFERRAIO (Li) – Ed è subito boom di prenotazioni. Dopo soli 5 giorni dall’apertura del sito prenotazioni.islepark.it sono già più di 1000 le persone che hanno prenotato online la visita dell’isola di Montecristo. Dunque chi non vuole perdersi quest’occasione si deve affrettare.
Cinque date del calendario sono ormai esaurite – fanno sapere dall’Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano, che gestisce le visite – e di questo passo si prevede che a breve si esauriranno i restanti 600 posti.
Ricordiamo che da quest’anno è raddoppiato – da 1.000 a 2.000 all’anno – il numero di persone che la possono visitare e che le giornate pianificate sono in tutto 22.

La prima gita del calendario è fissata per il 2 marzoalle porte della primavera – sottolinea il direttore del Parco Giampiero Sammurila stagione migliore per visitare l’isola nel pieno risveglio della natura e con il clima non troppo caldo per affrontare le spettacolari e avventurose escursioni al Monastero, alle Grotta del Santo o al Belvedere”.
Per l’occasione ai primi visitatori del 2019 sarà offerto un gadget ricordo e un brindisi.

Prima della visita: cosa bisogna sapere
È consigliato essere forniti di acqua e di pranzo al sacco. È obbligatorio essere dotati di calzature adeguate: scarponcini trekking con suola scolpita e caviglia alta, oltreché di abbigliamento comodo e adeguato per le attività escursionistiche. In mancanza di calzature adeguate, a giudizio delle Guide Parco potrebbe essere negata la partecipazione alla visita. È assolutamente vietata la balneazione. Età minima dei partecipanti 12 anni.
E’ vietato prelevare qualsiasi materiale vegetale e di interesse geologico. Sull’isola non c’è nessun presidio medico.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags