Ecosistema Ricerca

Calenzano, le api al centro di un progetto sulla diffusione di arnie urbane

arnia-calenzano-api-toscana-ambiente
L’associazione ArniaG e il Comune stanno provvedendo a disseminare arnie sul territorio. Lo scopo, tutelare questo prezioso insetto e fargli svolgere il ruolo di controllore dell’ambiente.

 

CALENZANO (Fi) – E’ un miele buono e sano quello prodotto dalle api del progetto “Arnia urbana”, promosso dal Comune e curato dall’associazione ArniaG allo scopo di tutelare questo prezioso insetto e fargli svolgere il ruolo di controllore dell’ambiente.

La prima arnia del progetto è stata posizionata nel giardino della ex-scuola Mascagni e quindi in pieno centro. Considerando che il raggio di azione dell’ape è di 3 chilometri, il miele prodotto ci racconta lo stato di salute dei fiori e dell’aria nel capoluogo di Calenzano dove le api hanno raccolto un polline sano, dove non ci sono pesticidi, inquinanti o metalli pesanti.

“Un buon miele a km 0 – ha commentato l’assessore all’Ambiente Irene Padovani – che conferma la buona qualità ambientale di Calenzano. Il nostro scopo è di incrementare il numero di arnie, distribuendole sul territorio, in modo da ampliare l’attività di biomonitoraggio svolta dalle api e anche allo scopo di favorire la diffusione di questo insetto impollinatore, fondamentale per l’agricoltura e in generale per la salute del pianeta”.

Fonte: Comune di Calenzano

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags