Impatto (quasi) zero - di Laura Lop

Calici diVini Bio

calici

Nella notte delle stelle cadenti arriva un nuovo appuntamento sulle colline del Montalbano: solo vini biologici, biodinamici e, ovviamente, locali.

 

di Laura Lop

Gianni Rodari scriveva: vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo? Condividendo in pieno questo approccio e trasportando l’esempio, quando possibile, a un pubblico adulto, trovo che veicolare messaggi educativi attraverso uno spirito positivo e un in contesto di leggerezza sia di gran lunga più efficace e attrattivo.

In questo fortunato angolo di Montalbano nascono tante idee perché le persone riescono ancora ad aggregarsi tramite associazioni e Gruppi di Acquisto, a creare momenti di condivisione e progettare iniziative propositive per la nostra comunità.
Da una serata come tante, seduti a parlare nel nostro sperduto circolino di riferimento, è nata la voglia di organizzare un nuovo appuntamento annuale: Calici diVini Bio. L’esigenza era quella di promuovere i vini locali certificati coltivati in modo naturale senza inquinanti per la salute e per l’ambiente.

Il nome richiama quanto da anni avviene in ogni regione italiana, calici alla mano e occhi rivolti all’insù con un desiderio pronto da affidare alle stelle cadenti.
Ispirandoci al format collaudato, abbiamo però personalizzato questo nostro evento in modo del tutto inedito e imbattibile: saremo l’unica serata con una selezione di vini esclusivamente biologici e biodinamici e ovviamente locali.

Le analisi ufficiali di queste nostre amate colline toscane sono davvero allarmanti e una delle maggiori cause deriva proprio dal massiccio uso di tutte quelle sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, insetticidi e pesticidi in genere) usate nei vigneti convenzionali.
Dimostrare che è possibile produrre ottimi vini senza farci del male ci è sembrato un buon canale promozionale da illuminare.

Ricapitolando: dalle 20.00 partiremo con un delizioso apericena vegetariano preparato con prodotti locali e da agricoltura naturale, gli espositori di vini saranno pronti a raccontare e farci degustare i loro prodotti e dalle 21.30 avremo uno speciale intrattenimento musicale a base di handpan, vibranti suoni di acciaio e mani.
Ciliegina sulla torta, il luogo dell’iniziativa (non riesco mai a scrivere semplicemente location, inglesismo che oltretutto in bocca a noi toscani aspira-CI diventa pure buffo): saremo nel giardino della Villa medicea di Cerreto Guidi, visitabile per l’occasione e in concomitanza con l’evento “A rimirar le stelle” organizzato dagli “Amici della Villa”.

Durante la serata non verrà usata plastica monouso, le stoviglie saranno riutilizzabili ed eventuali rifiuti verranno differenziati. Si ringrazia per il prezioso supporto la Proloco di Cerreto Guidi e il BioDistretto del Montalbano per l’organizzazione.
Il nostro desiderio da lanciare alle stelle è quello che sempre più agricoltori diventino consapevoli custodi della Terra attraverso pratiche rigeneratrici, rispettose dell’acqua, del suolo e di tutta quella biodiversità di organismi che riescono a convivere in un Ambiente sano.

 

Laura Lo Presti vive sulle colline del Montalbano, circondata dalla Natura e dai suoi gatti. Attivista ambientale per passione, collabora con il Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori (www.rifiutizerocapannori.it) e con Ekoe società cooperativa (www.ekoe.org) per la commercializzazione di stoviglie e imballi ecologici.

Condividi l'articolo sui tuoi social
error

Condividi l'articolo sui tuoi social