Rifiuti e riciclo

Carmignano, recuperati 50 sacchi di scarti tessili abbandonati nel bosco

I volontari della Vab Colline Medicee recuperano i sacchi di rifiuti abbandonati
I volontari della Vab Colline Medicee recuperano i sacchi di rifiuti abbandonati
Erano stati gettati in una scarpata e ostruivano il letto di un torrente, li hanno recuperati i volontari della Vab Colline Medicee. Adesso si cercherà di risalire ai responsabili.

 

di Iacopo Ricci

CARMIGNANO (Po) – Un altro episodio di inciviltà, l’ennesimo, legato alla piaga dell’abbandono di rifiuti. Una cinquantina di sacchi neri pieni di scarti tessili sono stati trovati nei giorni scorsi in un bosco nei dintorni di Carmignano, in località Bacchereto. E’ stato possibile individuarli grazie alla segnalazione partita da alcuni cittadini.
I rifiuti, spiega il sindaco Edoardo Prestanti, erano stati abbandonati nelle scarpate e nel letto del torrente sottostante causando anche problemi allo scorrimento delle acque.

Dopo un primo sopralluogo della Polizia Municipale di Carmignano è stato necessario chiedere l’intervento della Vigilanza Antincendi Boschivi (Vab) Colline Medicee, un’associazione di volontariato che si occupa di Protezione Civile. Una decina di volontari con le necessarie attrezzature si sono sobbarcati la discesa nella ripida scarpata per recuperare i sacchi, che sono stati depositati ai bordi della strada. Alia è poi passata a ritirarli per avviarli allo smaltimento.
Ma non naturalmente finisce qui. Adesso sono in corso gli accertamenti sui campioni di materiale prelevati dai sacchi per arrivare a identificare i responsabili.

L’abbandono di scarti tessili in campagna e nei boschi è un fenomeno piuttosto diffuso in questa zona, e non solo. Ha avuto un’impennata da quando, a partire dal 1°gennaio del 2017, gli scarti tessili sono passati a essere considerati rifiuti speciali non pericolosi; le imprese che li producono sono tenute a smaltirli tramite una ditta autorizzata. Un aggravio di costi che ha spinto alcune aziende di Prato, Pistoia, Firenze e dell’empolese a seguire la scorciatoia dello smaltimento illegale.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social