Agricoltura

Da Coldiretti un concorso per le start up di giovani agricoltori

Premio start up_Coldiretti

Il concorso si articola in sei categorie e punta a valorizzare innovazione e sostenibilità. In Toscana sono ben 3.850 le imprese agricole che hanno un titolare under 40.

Crescono anche in Toscana i giovani che vedono traiettorie di futuro nel settore agricolo. Secondo recenti dati INPS, delle 23.300 aziende agricole toscane condotte in forma autonoma ben 3.850 hanno un titolare under 40, quindi siamo al 16.5%. Per questa schiera di giovani imprenditori arriva il premio per l’innovazione dedicato alle giovani start up.

Ad annunciarlo è la Coldiretti Toscana in occasione del via alla presentazione delle domande di iscrizione al nuovo concorso che punta a valorizzare le giovani realtà imprenditoriali italiane del settore agricolo e alimentare che sono state capaci di emergere grazie a un modello di impresa innovativo e sostenibile.

Sei le categorie di concorso. La prima, “Impresa3.Terra”, premierà i progetti che hanno creato una cultura d’impresa esemplare riuscendo a incanalare creatività, originalità e grande abilità progettuale.
La categoria “Campagna Amica” valorizzerà i prodotti tipici italiani su scala locale, nazionale e mondiale rispondendo alle esigenze dei consumatori in termini di sicurezza alimentare, qualità e tutela ambientale.
Sostenibilità” ambientale è la parola d’ordine di quei progetti che promuovono un modello di sviluppo sostenibile, riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando energia e materiali attraverso processi che tutelano l’ambiente.
“Fare Rete” si rivolge a quei modelli di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e start up capaci di creare reti in grado di massimizzare i vantaggi per le aziende agroalimentari e per il consumatore finale. Si tratta di progetti promossi nell’ambito di partenariati variegati, che coniugano agricoltura e tecnologia così come artigianato tradizionale e mondo digitale, arrivando fino agli ambiti del turismo, del design e di ricerca accademica.
“Noi per il sociale” promuove i progetti volti a rispondere a bisogni della persona e della collettività, grazie alla capacità di trasformare idee innovative in servizi e prodotti destinati a soddisfare esigenze generali e al tempo stesso creare valore economico e sociale. Possono partecipare Enti pubblici, cooperative e consorzi capaci di creare sinergia con realtà agricole a fini sociali. Solo per questa categoria l’età non è vincolante.
“Creatività”, infine, centra l’attenzione sull’originalità di idea, di prodotto e di metodo.

Le iscrizioni sono aperte dal 9 marzo al 15 aprile 2018 e si possono presentare attraverso il sito web http://giovanimpresa.coldiretti.it

Fonte: Coldiretti Toscana

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags