Attualità

Festambiente numero 32 sul trampolino di lancio nonostante la pandemia

Un momento del concerto di Daniele Silvestri nel 2019. (Foto da pagina Facebook Festambiente).
Un momento del concerto di Daniele Silvestri nel 2019. (Foto da pagina Facebook Festambiente).
Dal 19 al 23 agosto ancora protagoniste le grandi sfide dell’ambiente attraverso dibattiti, incontri, laboratori, intrattenimento e cultura.

 

RISPESCIA (Gr) – Correva l’anno 1989 quando nasceva Festambiente ad opera di un manipolo di coraggiosi ambientalisti legati al Cigno Verde di Legambiente. Anche quest’anno dal 19 al 23 agosto, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia da Coronavirus, avrà luogo l’edizione numero trentadue nel centro nazionale per lo sviluppo sostenibile “Il Girasole” in località Enaoli, alle porte del Parco naturale della Maremma, circa 6 km a sud della città di Grosseto.

La manifestazione vuol essere un punto di riferimento per gli eventi che hanno deciso di ridurre le emissioni e l’impatto ambientale e dichiarare guerra alla plastica usa e getta. Torneranno a essere protagoniste l’ecologia e le buone pratiche per ridurre le emissioni di CO2 ma non mancheranno i temi sociali, di attualità e l’intrattenimento.

“Quella del 2020 sarà un’edizione all’insegna della rievoluzione e dell’invito all’azione – dice Angelo Gentili, organizzatore del festival e membro della segreteria nazionale di Legambiente –. Le costanti della festa saranno le energie rinnovabili, il risparmio energetico e idrico, la raccolta differenziata spinta oltre il 90% in tutte le aree del festival, l’uso di piante non idroesigenti, gli arredi fatti con cartone, legno e plastica riciclati ma anche con gomma da pneumatici fine vita. Centrali anche i grandi temi come l’agroecologia e il cibo sano e bio, l’economia circolare, i parchi e la tutela della biodiversità, la mobilità sostenibile, l’innovazione tecnologica, le energie rinnovabili, l’ecoturismo, la legalità“.

L’edizione 2020 di Festambiente sarà caratterizzata anche da attività sportive e outdoor, percorsi ciclabili, laboratori scientifici all’insegna dell’ecologia e dell’innovazione tecnologica, educazione ambientale e naturalistica e giochi all’aria aperta nel grande parco ecologico per ragazzi. E poi incontri e momenti di approfondimento e ascolto collettivo, il Clorofilla film festival, l’ecomercato, la ristorazione con piatti tipici e biologici, un’area espositiva dedicata all’economia circolare.

A breve, tutte le informazioni relative al festival, alle disposizioni di sicurezza e al programma saranno disponibili su www.festambiente.it.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags