Rinnovabili

Firenze, sui nuovi pannelli solari l’ombra di Elon Musk?

Firenze, sui nuovi pannelli solari l'ombra di tesla Energy e di Elon Musk?
Da sinistra Elon Musk e Dario Nardella.

La Giunta comunale alleggerisce le limitazioni su pannelli fotovoltaici e cappotti termici mentre il proprietario di Tesla Energy incontra il sindaco.

 

Redazione

FIRENZE – Durante l’ultima Giunta comunale sono iniziati i lavori per la modifica di due articoli del Regolamento edilizio (quello sui pannelli fotovoltaici e quello sui cappotti termici) che di fatto farebbero cadere le limitazioni più stringenti nella zona B di Firenze, dove si trovano gli edifici di più recente costruzione, e che invece rimarrebbero per i soli immobili del tessuto storico (zona A), o di particolare valore.

La delibera passerà ora all’esame delle commissioni competenti e poi del Consiglio comunale per l’ok definitivo. “Facilitare interventi di efficientamento energetico a costi molto convenienti non significa una deregulation – garantisce il sindaco Dario Nardella – anzi saremo impegnati in controlli rigorosi del rispetto delle norme e nella tutela di tutta la città, dal centro alle periferie”.

“Dar gambe alle energie rinnovabili e ridurre l’inquinamento atmosferico diventa prioritario – aggiunge l’assessore all’Urbanistica e Ambiente Cecilia Del Re – rispetto ad altri interessi come quello dell’impatto visivo, ma  questi saranno comunque rispettati grazie all’evoluzione delle tecnologie e dei materiali registrati negli ultimi tempi”.

Le difficoltà nell’accedere ai bonus governativi sono state evidenziate dai cittadini allo Sportello Ecobonus aperto dal Comune lo scorso novembre in collaborazione con Legambiente Firenze. Sulla scorta delle segnalazioni ricevute e dal tavolo della consulta delle professioni, l’amministrazione comunale ha quindi lavorato a delle prime modifiche al Regolamento edilizio vigente, in attesa del nuovo Piano Operativo Comunale in corso di formazione.

Legambiente Firenze si dichiara soddisfatta ma ricorda che davanti alla gravità della crisi climatica occorre fare di più: “La modifica rimuove alcuni ostacoli anacronistici ed eccessivamente stringenti che impedivano  di fatto, in molti casi, l’accesso al Superbonus 110% ma, come abbiamo già chiesto con forza, occorrerà completare il percorso con l’adeguamento del Regolamento edilizio anche per la zona A”.

Secondo indiscrezioni, nei giorni scorsi il miliardario statunitense Elon Musk, in vacanza in Italia, avrebbe parlato con il sindaco di Firenze Dario Nardella di Solar Roof, le nuove tegole solari sviluppate da Tesla Energy. Questi pannelli, più simili alle tegole di un tetto comune, sarebbero meno invasivi e non necessiterebbero di alcun tipo di manutenzione dovuta agli agenti atmosferici.

Tags

Toscana Biologica e-commerce

Il Mulino di Pietra e-commerce