Agricoltura

Foreste Casentinesi, arrivano contributi per le attività agricolo-pastorali

Allevamento pecore
Il Parco lancia due bandi per le aziende all’interno dell’area protetta. Tra le opere finanziabili muretti a secco, recinzioni, frutteti di varietà antiche, abbeveratoi di pietra e legno.

POPPI (Ar) – Il Parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna ha lanciato due bandi per le aziende agricole che operano all’interno dell’area protetta, in collaborazione con le Unioni dei Comuni della Romagna Forlivese e dei Comuni montani del Casentino.
Il programma, finanziato dall’Ente, riconosce un contributo per le azioni di prevenzione dei danni da fauna selvatica e per opere e manufatti a ridotto impatto ambientale destinati a mantenere le sistemazioni del terreno, il recupero e la gestione delle superfici marginali e l’esercizio di pratiche agronomiche tradizionali.

Sono ammessi al contributo:
costruzione e ripristino di opere idraulico-agrarie, in particolare muretti a secco;
lavori per la sistemazione di smottamenti e di fenomeni erosivi in genere;
piccoli progetti a scopo didattico-divulgativo e per la salvaguardia delle economie familiari, come recinzioni per proteggere orti e campicelli di legumi, frutteti e animali da cortile;
realizzazione di piccoli frutteti con l’impiego di vecchie varietà locali;
interventi di recupero e ripristino di habitat funzionali alla vita degli anfibi;
acquisto di materiale per la prevenzione dei danni da fauna selvatica;
costruzione e ristrutturazione di abbeveratoi per il bestiame costituiti da vasche di pietra locale o di legno incavato e rifinito a mano, cisterne di accumulo e aree drenanti fatti con massicciata di pietra locale e cordolo di legno.
Infine saranno finanziati piccoli interventi di recupero o miglioramento di strutture aziendali per la trasformazione di prodotti agroalimentari.

Le aziende agricole potranno accedere al finanziamento tramite due distinti bandi, suddivisi per versante del Parco.
Termine per la presentazione delle domande: per le aziende del versante romagnolo è il 12 luglio 2018; per quelle del versante toscano la scadenza è il 10 luglio 2018.
Le  domande  dovranno  pervenire, rispettivamente, all’Unione di Comuni della Romagna Forlivese (via Nefetti  3 Santa Sofia) e all’Unione dei Comuni montani del Casentino (Ponte a Poppi, via Roma, 203).
Ulteriori info sui siti: www.parcoforestecasentinesi.it  www.romagnaforlivese.it   www.uc.casentino.toscana.it;

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social