Ricerca

Il monitoraggio dei dati ambientali è sempre più Smart

progetto-smar-toscana-ambiente
Una serie di stazioni, chiamate MiniSense, rilevano e monitorano le informazioni sull’ambiente in tempo reale e le integrano a costi molto ridotti.

 

E’ dei giorni scorsi il lancio del progetto Smart per creare una rete condivisa di monitoraggio ambientale. Il progetto è il frutto della collaborazione tra Treedom e l’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche ed è cofinanziato dalla Regione Toscana attraverso il FAS  (Fondo Aree Sottoutilizzate) 2007 – 2013.

Si tratta di mini-stazioni intelligenti dotate di sensori che monitorano e analizzano molteplici dati in vari contesti e settori, rendendoli subito disponibili in modo chiaro e semplice in tempo reale sul sito del progettodall’inquinamento atmosferico e acustico fino al rilevamento della temperatura o alla prevenzione delle frane. 

Il partner Treedom nasce a Firenze nel 2010 per promuovere la piantumazione di alberi nel mondo e apportare benefici ambientali, economici e sociali. Dalla sua fondazione sono stati piantati più di 400.000 alberi in Asia, Africa, America Latina e Italia. All’interno del progetto Smart, Treedom ha avuto come obbiettivo lo sviluppo dell’infrastruttura software per registrare, controllare e poter usufruire di questi dati.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social