Segnalazioni

Impresa acrobatica dei ‘Raccattiamo ‘i Sudicio’, i cacciatori di rifiuti del Chianti

Foto di Marco Cappelletti
Foto di Marco Cappelletti
Domenica 2 agosto con un caldo torrido hanno affrontato un luogo impervio e sono scesi nel letto di un fiume dove non c’era acqua ma rifiuti. Che hanno tirato su con le corde.

 

Ris Chianti_4GREVE IN CHIANTI (Fi)Questa volta l’impresa è stata da veri Indiana Jones dell’ambiente. Loro sono i Ris Chianti (alias Raccattiamo ‘i Sudicio), un gruppo di ragazzi di Greve e dintorni che si sono stancati di vedere il loro bel territorio rovinato da discariche abusive e immondizia abbandonata ovunque. E da veri guerrieri della lotta ai rifiuti si danno appuntamento per ripulire le aree dove sono più frequenti gli abbandoni selvaggi, per lo più boschi e campagne.
Domenica 2 agosto con un caldo torrido, tra sudore, polvere, umidità alle stelle, zanzare e tafani i giovani volontari hanno affrontato un luogo impervio e sono scesi nel letto di un fiume, dove purtroppo non c’era acqua ma enormi quantità di rifiuti. Per di più il terreno era friabile e in forte pendenza. Non potendo portare direttamente i rifiuti su strada si sono attrezzati con corde, cesti e bidoni per issarli con le corde, così che fossero smistati dai volontari rimasti sulla strada.
Alla fine sudati fradici, stanchi ma incredibilmente soddisfatti, hanno raccolto: 2 sacchi di plastica; 2 sacchi di indifferenziata; 50 bottiglie di vetro; un motore; un televisore; gomme; un pezzo di amianto; tre quintali di ferraglia varia.
Siete grandi ragazzi. Grazie per tutto quello che fate.

Segnalazione di: Ris Chianti  Foto: Marco Cappelletti

(cliccare sulle foto per ingrandirle)

Condividi l'articolo sui tuoi social