Rifiuti e riciclo

In prima linea contro il degrado, nuovo blitz degli Acchiapparifiuti di Montelupo

In primo piano la coordinatrice Anna Pancani e l'assessore all'Ambiente Lorenzo Nesi
In primo piano la coordinatrice Anna Pancani e l'assessore all'Ambiente Lorenzo Nesi
Dieci grossi sacchi di rifiuti raccolti in solo 200 metri. È il bottino della pulizia fatta sabato 8 febbraio sulle rive dell’Arno dal gruppo di volontari coordinato dalla Pro Loco.

 

di Gabriella Congedo

MONTELUPO FIORENTINO (Fi) – Anche questa volta il bottino è stato consistente: una decina di sacchi grandi di rifiuti raccolti in soli 200 metri. E nelle foto che si sono scattati al termine di una mattinata di duro lavoro i volontari della squadra Acchiapparifiuti di Montelupo Fiorentino appaiono soddisfatti, come è giusto che sia chi ha fatto qualcosa di concreto per i luoghi che ama.

Si sono dati appuntamento sabato 8 febbraio – dopo una piccola pausa invernale – per pulire un tratto delle sponde dell’Arno sotto il ponte tra Montelupo e Capraia.
L’uscita precedente era stata in dicembre, dopo le grandi piene, e allora avevano trovato le rive del fiume in condizioni pessime; il livello dell’acqua arrivato oltre la pista ciclabile e una mole enorme di rifiuti che erano riusciti a rimuovere solo in parte.

Questo gruppo di volontari contro il degrado è organizzato dalla Pro Loco e si ritrova con cadenza mensile. Ne sono i pilastri la coordinatrice Anna Pancani e il vicesindaco e assessore all’Ambiente Lorenzo Nesi. A loro si uniscono di volta in volta cittadini di buona volontà. Adesso hanno formato anche un gruppo su WhatsApp per tenersi costantemente in contatto.

“Sabato abbiamo trovato un po’ di tutto – racconta Anna Pancani della Pro Loco – tantissimi rifiuti tessili, un cerchione, ferraglia varia, scarpe, copri materassi, fili elettrici e ovviamente sacchetti di plastica sminuzzati nel terreno e appesi alle canne. Attendiamo però che il Consorzio di bonifica effettui quanto prima lo sfalcio delle rive perché la sterpaglia ci intralcia e rende difficile il lavoro”.

A Montelupo ci tengono moltissimo ai loro due fiumi, l’Arno e la Pesa. Giusto un anno fa, a febbraio del 2019, il Comune insieme ad altre otto amministrazioni rivierasche ha firmato il Contratto di Fiume della Pesa e ne ha assunto il coordinamento. Si tratta di un percorso di partecipazione aperto a soggetti pubblici e privati che intorno al torrente vuol creare una vera e propria identità di vallata per progetti di tutela ambientale, valorizzazione turistica e sviluppo economico.

La prossima uscita del gruppo Acchiapparifiuti è prevista per sabato 22 febbraio. “Ci occuperemo delle sponda di fronte dal lato di Capraia – spiega Pancani – che abbiamo visto essere molto più libera e speriamo che sia meno difficoltoso”.
Chi vuole unirsi a loro può telefonare al numero 338 460 3645 (Anna) o scrivere a: prolocomontelupofiorentino1@gmail.com

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags