Rifiuti e riciclo

La troupe di Report arriva al Centro Rifiuti Zero di Capannori

Tutte le foto dell'articolo sono di Laura Lo Presti
Tutte le foto dell'articolo sono di Laura Lo Presti
Il servizio mostrerà ‘dal vivo’ che cosa va a finire nei sacchi dell’indifferenziato, con un focus particolare sulle capsule del caffè. Andrà in onda il 21 ottobre su Rai 3.

 

CAPANNORI (Lu) – È approdata mercoledì mattina al Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori la troupe di REPORT guidata da Bernardo Iovene, reporter e autore di inchieste, un volto ben noto a chi segue la trasmissione di Rai 3.
L’obiettivo principale era quello di parlare delle capsule del caffè, un rifiuto che diventa scarto indifferenziato a meno che non sia la variante compostabile – che alcuni marchi hanno già messo in commercio – o la capsula di acciaio riutilizzabile.

Dopo una prima intervista a Rossano Ercolini, coordinatore del Centro e presidente di Zero Waste Europe, la troupe si è spostata nei capannoni di Ascit, il gestore dei rifiuti, dove confluiscono i sacchi non differenziati provenienti da diversi Comuni della zona.
Uno dei compiti del Centro di ricerca, infatti, è proprio quello di analizzare, con cadenza regolare, il contenuto dei sacchi grigi e neri, quelli dei rifiuti indifferenziati che vanno a finire in discarica.
Ed è quello che ha fatto Ercolini davanti al giornalista e alla troupe, aprendo molti sacchi scelti a caso, sia quelli grigi con il chip che identificano la provenienza da Capannori, sia quelli neri che arrivano da altre zone.

Abbiamo constatato – spiega Rossano Ercolini – che molto di quanto viene buttato potrebbe essere ulteriormente differenziato, che ci sono errori di conferimento, per esempio una macchinetta del caffè che è un rifiuto #Raee, che ci sono prodotti, come le bottiglie di vetro abbandonate per strada, che quando è possibile vengono raccolte dagli operatori e differenziate”. Ma c’è anche una buona notizia: “la quantità di capsule appare notevolmente diminuita”.
Il servizio integrale di Report andrà in onda durante la trasmissione del 21 ottobre.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social