Appuntamenti Convegni

L’importanza di mettere radici, a Firenze si parla di verde urbano

radici-alberi-toscana-ambiente
Mercoledì 3 luglio alla Scuola di Agraria incontro su progettazione, benefici e tecniche con amministratori, tecnici, professionisti e docenti universitari.

 

FIRENZEBiohabitat, orti urbani, parchi e paesaggio, per definire problemi e prospettive della progettazione del verde nelle città e riflettere sui benefici per l’ambiente e i cittadini. E’ questo il tema del convegno “Mettere radici, vantaggi, rischi e gestione del verde urbano” che si svolgerà a Firenze mercoledì 3 luglio dalle 9.30 nell’Aula Magna della Scuola di Agraria (Piazzale delle Cascine, 18), dove si confronteranno amministratori, tecnici, professionisti e docenti universitari per discutere di un settore sempre più importante per i Comuni e per le comunità.

L’iniziativa, organizzata da ANCI Toscana e Regione nell’ambito di Dire e Fare, sarà aperta da Cecilia Del Re assessore di Firenze, Gabriele Gori, direttore Fondazione CRF e Lara Roti presidente Ordine Agronomi e Forestali di Firenze. Poi la presentazione delle “Linee guida per la messa a dimora degli alberi nei centri urbani” da parte dell’assessore regionale Federica Fratoni, a cui seguirà “Verde urbano: gli obiettivi dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile” di Rosa De Pasquale di Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile e infine “LIFE URBANGREEN: misurazione dei servizi ecosistemici del verde in due città europee – risultati preliminari” di Alessio Fini del Politecnico di Milano.

Dopo le relazioni si apriranno quattro tavoli tematici di approfondimento su alberi, biohabitat, orti e verde; al termine delle sessioni i moderatori riassumeranno i risultati di ogni tavolo, che saranno materiale prezioso per governare al meglio un settore fondamentale nella gestione delle nostre città.

Il programma della giornata

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social