Attualità

Lo yacht di Massimo Ferrero a Pianosa, intervengono i Carabinieri

Lo yacht di Massimo Ferrero a Pianosa, intervengono i carabinieri

Il presidente della Sampdoria calcio e altri vip a bordo di un’imbarcazione in acque protette. Indignazione di Legambiente.

 

Redazione

ISOLA DI PIANOSA (Li) – Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestali hanno abbordato uno yacht battente bandiera spagnola nelle acque protette di Pianosa, nel Parco Arcipelago Toscano, e hanno sanzionato i responsabili del tour. Astondoa, questo il nome dell’imbarcazione, era stata avvistata nei giorni scorsi in diverse baie e porti dell’Isola d’Elba e ospitava diversi vip tra i quali Massimo Ferrero, volto noto del business e presidente della Sampdoria calcio.

L’episodio ricorda quello dell’immersione proibita dell’allora presidente della Camera Gianfranco Fini a Giannutri nel 2008. Ma in questo caso, considerata la stazza dell’imbarcazione, l’accaduto risulta ancora ancora più grave. Un altro episodio simile si era verificato qualche anno fa, sempre a Pianosa, quando un forestale raggiunse a nuoto una barca in area proibita per comminargli una sanzione.

“Dopo questa clamorosa vicenda speriamo che il ministro della Transizione Ecologica spinga per rivedere multe e sanzioni – è il commento di Legambiente Arcipelago Toscano- portandole ai livelli degli altri Paesi europei, prendendo magari spunto da quel che viene messo in atto nelle aree marine protette della vicina Corsica. E speriamo si convinca a rafforzare la protezione di aree marine e isole, dando più uomini, finanziamenti e mezzi alle Forze dell’Ordine”.

La notizia, a parte la connotazione di gossip dovuta alla presenza sullo yacht del simpatico e “pirotecnico” Massimo Ferrero, può rappresentare l’ennesima occasione per ricordare quanto sia importante il rispetto dei vincoli ambientali di un’area marina protetta. E’ curioso osservare come alcuni personaggi facoltosi si divertano, talvolta, a trasgredire i limiti imposti dalla legge a tutela dei beni collettivi. La trasgressione di certe norme sembra rappresentare, per alcuni, la riprova del proprio status economico e della propria condizione di privilegiati. Al contrario i veri signori si riconoscono spesso dal loro senso civico e dal rispetto che dedicano agli altri, agli animali e alla natura.

Tags

Toscana Biologica e-commerce

Il Mulino di Pietra e-commerce