Ecosistema

“Mettete ciotole d’acqua per api e uccellini”, a Capannori il Comune si appella ai cittadini

Fontana_uccellino_caldo

L’assessore alla Tutela degli Animali: “Metteremo anche noi in alcuni luoghi pubblici contenitori d’acqua in posti visibili e ombreggiati”.

 

Redazione

CAPANNORI (Lu) – Mettere nei giardini e sulle terrazze una ciotola di vetro con acqua fresca, meglio se all’ombra, per permettere a uccellini e api di abbeverarsi in queste giornate di grande caldo. È la richiesta che il Comune di Capannori fa ai suoi cittadini attraverso l’assessore alla Tutela degli Animali Giordano Del Chiaro su suggerimento dell’associazione guardie zoofile Oipa, per aiutare i volatili a superare la calura estiva.

L’amministrazione comunale darà il buon esempio, assicura l’assessore: “Metteremo anche noi in alcuni luoghi pubblici dei contenitori di acqua in posti visibili e ombreggiati. Sono sicuro della risposta all’appello da parte dei nostri cittadini, che in tante situazioni dimostrano grande attenzione verso i nostri amici animali”.

Sempre in questa direzione va l’opera di recupero di pulli (uccellini caduti dai nidi), covate e piccoli mammiferi portata avanti nel Comune dai volontari dell’Anpana (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente) Sezione Territoriale di Lucca.
Quest’anno gli animali recuperati, in prevalenza pulli (passerotti, merli, gufi, pipistrelli, tortore, civette, cinciallegre, picchi verdi, rondini, balestrucci, storni, ricci, capinere), sono stati 109 da metà maggio a Ferragosto. Più o meno come l’anno scorso, fanno sapere dal Comune, con un calo di civette e pipistrelli.

È il risultato della collaborazione con Anpana Lucca, associazione che si occupa appunto del recupero di piccoli animali in difficoltà. La convenzione con il Comune di Capannori va avanti da due anni ed è stata rinnovata lo scorso giugno.
Tutti gli animali recuperati sono stati portati al Cruma di Livorno – il centro di recupero per uccelli gestito dalla Lipu – dove vengono curati, svezzati e rimessi in libertà.

“La collaborazione con Anpana per questo servizio ci consente di salvare piccoli animali che altrimenti nei primi mesi di vita non riuscirebbero a sopravvivere – aggiunge l’assessore Del Chiaro-. L’alto numero di recuperi già andati a buon fine in questi mesi conferma che il servizio è diventato un punto di rifermento anche per i cittadini che sempre più spesso segnalano situazioni di animali in difficoltà. Ringrazio i volontari di Anpana Lucca per il loro impegno”.

Tags

Toscana Biologica e-commerce

Il Mulino di Pietra e-commerce