Agricoltura Attualità

Modello Carmignano, entro il 2020 solo agricoltura biologica senza veleni

Il sindaco Edoardo Prestanti. (Foto da www.facebook.com/edoardo.prestanti).
Il sindaco Edoardo Prestanti. (Foto da www.facebook.com/edoardo.prestanti).
Prosegue  il percorso verso il Distretto Biologico. Tra le novità uno Sportello Verde per gli agricoltori,  un corso di Biodinamica moderna e uno sulla ricostruzione dei muretti a secco.

 

CARMIGNANO (Po) – Continua il percorso verso la creazione del Distretto Biologico di Carmignano con il più vasto progetto “Carmignano 2020 – Rigenerazione agricola e tutela ambientale”,  volto a promuovere un’agricoltura biologica e senza veleni, libera dall’uso di pesticidi, che tuteli e curi il paesaggio. Pro Loco di Carmignano, BioDistretto del Montalbano e Consorzio Strada dei Vini di Carmignano e dei Sapori Tipici Pratesi puntano entro il 2020 a una conversione totale della superficie agricola utile verso pratiche biologiche, biodinamiche e naturali e a liberare così il territorio dall’uso dei pesticidi.

Stiamo procedendo con azioni di monitoraggio e con l’organizzazione di convegni – ha spiegato il sindaco Edoado Prestanti –  e stiamo lavorando alla creazione di un Atlante capace di riunire tutte le peculiarità di Carmignano“.
Il progetto “Carmignano 2020” nel corso del tempo si è ampliato e sviluppato e prosegue anche nel 2019 con parecchie novità e molti appuntamenti. Si inizia sabato 4 maggio con il convegno “I boschi del Montalbano. Una ricchezza della comunità da conoscere, difendere e valorizzare”. Dalle 9 alle 13 nella sede della Misericordia di Carmignano l’associazione BioDistretto del Montalbano promuove una mattinata di riflessione a conclusione di un ciclo di iniziative partite dal percorrere i sentieri del Montalbano per prendere conoscenza dei problemi e della bellezza del bosco.

Tra i punti cardine di Carmignano 2020, è stato da poco attivato in Comune uno Sportello Verde che vede settimanalmente (tutti i martedì dalle 10.30 alle 14.00) la presenza dell’agronomo Mario Apicella, che ha il compito di tenere rapporti con le aziende agricole e gli hobbisti che lo desiderano, dare consigli in merito al monitoraggio ambientale, fornire informazioni sulle opportunità offerte dalla normativa e dai bandi regionali ed europei.

Il progetto prevede anche una newsletter dedicata a tutti gli agricoltori e azioni di monitoraggio degli insetti più dannosi per olivo, vite e fico. E’ iniziato poi sabato scorso il progetto di formazione e informazione di Biodinamica moderna con una serie di corsi da svolgersi in azienda, tenuti dall’agronomo biodinamico Leonello Anello. Tra le iniziative è stato riproposto un corso pratico sulla ricostruzione dei muretti a secco.

Fonte: Comune di Carmignano

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social