Attualità

Nelle mense di Bagno a Ripoli i “Muffin di Halloween” sono di zucca a Km 0

BagnoaRipoli_muffin_zucca
Foto Comune di Bagno a Ripoli
Un modo per celebrare la festa più spaventosa dell’anno con materie prime locali, biologiche e di filiera corta. La zucca protagonista anche di un concorso per giovani chef.

 

Redazione

BAGNO A RIPOLI (Fi) – Saranno a base di zucca gialla con l’aggiunta di patate, formaggio parmigiano e pecorino, uova, cipolla, rosmarino e olio di Bagno a Ripoli. Tutto rigorosamente di filiera corta e a Km 0, come le altre portate.
C’è un tocco di Halloween nei muffin speciali che Siaf, la società di refezione del Comune di Bagno a Ripoli che ogni giorno prepara il pasto per 1400 studenti, proporrà nel menù di domani, venerdì 30 ottobre.

Un modo per celebrare la festa più spaventosa dell’anno tanto amata dai ragazzi senza tradire i principi che rendono le mense scolastiche di Bagno a Ripoli – a giudizio anche di Slow Food – tra le migliori d’Italia: piatti espressi fatti con prodotti di qualità senza conservanti, materie prime locali, biologiche e di filiera corta, a partire dall’olio di Bagno a Ripoli fino alle verdure di stagione messe a disposizione dalle aziende agricole del territorio.
Senza dimenticare poi la scelta 100% plastic free adottata da tempo, con la completa eliminazione del materiale a perdere dalle tavole dei bambini che consente alle scuole ripolesi di risparmiare 21 tonnellate di plastica all’anno.

Il muffin di zucca non sarà solo il piatto più colorato di domani. Gli studenti della III E della scuola media “Francesco Redi”, dove i cuochi di Siaf stanno tenendo dei laboratori di cucina, saranno invitati a riproporre questa ricetta semplice e veloce a casa insieme ai genitori, riprendendo la preparazione con un breve video.
Un vero e proprio contest per giovani chef intitolato “In cucina con Siaf”, che alla fine vedrà premiare il piatto ritenuto migliore con un piccolo omaggio.
I cuochi in erba chiamati a sfidarsi potranno aggiungere fantasia e creatività al loro piatto personalizzandolo a piacimento. A giudicare la video-ricetta sarà una giuria composta dagli operatori di Siaf e dagli insegnanti.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

Video