Agricoltura Ricerca

Ricerca Ateneo pisano, la superfrutta sta per arrivare sulle nostre tavole?

frutta-agricoltura-toscana-ambiente-pisa
L’Università di Pisa protagonista alla fiera Novelfarm di Pordenone con la ricerca di Annamaria Ranieri sull’influenza delle radiazioni UV-B su salubrità e conservazione della frutta.

 

PISA – A Novelfarm, la fiera internazionale su agricoltura e innovazione che si svolge a Pordenone dal 19 al 20 febbraio, la professoressa Annamaria Ranieri dell’Università di Pisa ha illustrato il metodo da lei ideato per ottenere frutti particolarmente ricchi di antiossidanti grazie alle radiazione UV-B con una relazione dal titolo “Ecosostenibilità e nutraceutica: la radiazione UV-B incrementa il potenziale salutistico dei prodotti ortofrutticoli”.

L’impiego dei raggi UV-B e/o UV-A può aumentare la resistenza agli attacchi di patogeni – spiega la professoressa Ranieri – e di conseguenza rende possibile diminuire l’impiego di fitofarmaci in agricoltura. La somministrazione delle radiazioni aumenta anche la possibilità per gli alimenti di essere conservati più a lungo mantenendo inalterata la qualità“.

A Novelfarm è presente in questi giorni uno stand del Dipartimento di Scienze Agrarie e Agro-Ambientali dell’Ateneo pisano per presentare le attività nel campo delle colture vegetali artificiali e dei novel food. 

Fonte: Università di Pisa

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

Video