Rifiuti e riciclo

Venti i Comuni Ricicloni in Toscana, svettano Lamporecchio e Montelupo Fiorentino

Rifiuti_Raccolta-differenziata

I requisiti per essere considerati Comuni #RifiutiFree: meno di 75 kg annui di rifiuti per abitante e oltre il 65% di differenziata.

 

Comuni Ricicloni 2021: sono 20 quelli toscani premiati da Legambiente. Tutti, a eccezione di Calcinaia (Pi), targati Alia Servizi Ambientali Spa.
Per meritarsi il premio e potersi fregiare dell’appellativo di Comune #RifiutiFree bisogna produrre annualmente meno di 75 kg di rifiuti indifferenziati per abitante e contemporaneamente avere una differenziata superiore al 65%. Di Comuni con queste caratteristiche in Toscana ce ne sono 20 mentre a livello nazionale sono 623 (erano 598 l’anno scorso).

I Comuni toscani #RifiutiFree

Lamporecchio si conferma anche per il 2021 il vincitore tra i Comuni con popolazione inferiore ai 15 mila abitanti, raggiungendo una percentuale di raccolta differenziata del 89,6%. Seguono Serravalle Pistoiese (86,9%), Buggiano (86,1%), Pieve a Nievole (85%), Capraia e Limite (84,6%), Gambassi Terme (84%), Chiesina Uzzanese (83,9%), Uzzano (83,3%), Cerreto Guidi (83,1%) e Ponte Buggianese (82,6%)

Il vincitore tra quelli con una popolazione superiore ai 15 mila abitanti è stato Montelupo Fiorentino, che si è distinto per una raccolta differenziata dell’86,3% e una produzione pro capite di rifiuti indifferenziati di 54,7 kg/ab/anno.
Seguono in graduatoria Certaldo, con l’86,2% di raccolta differenziata, Fucecchio (85,7%), Monsummano Terme (85,4%), Vinci (84,7%), Castelfiorentino (82,8%), oltre a Lastra a Signa (81%) e Fiesole (80%).

L’avanzata dei Comuni del Sud Italia, male il Centro

A livello nazionale, invece, dal rapporto Comuni Ricicloni 2021 emerge la crescita dei Comuni del Sud Italia a fronte di un Centro e un Nord in discesa.  Dal 2019 a oggi, infatti, i Comuni Rifiuti Free nel Meridione sono quasi raddoppiati, mentre al Nord si è assistito a un progressivo calo. Nessun nuovo ingresso registrato nella categoria delle città capoluogo, mentre circa il 70% dei Comuni Rifiuti Free 2021 fa parte di un consorzio.

Il 67,9% dei Comuni Rifiuti Free 2021 si trova nel Nord Italia, in calo rispetto al 73,1% del 2020 e al 77% del 2019. Crescono, invece, quelli premiati al Sud, che rappresentano il 26% dei Comuni in classifica (nel 2020 costituivano il 20,4%, nel 2019 il 15,3%), mentre i Comuni del Centro rappresentano appena il 6,1%, in calo rispetto ai due anni precedenti (6,5% nel 2020, 7,7% nel 2019). I capoluoghi di provincia a ottenere il premio Rifiuti Free sono solo quattro: Trento, Pordenone, Treviso e Belluno.
Su scala regionale, dal rapporto emerge che, per la prima volta, tutte e venti le regioni italiane contano dei Comuni Rifiuti Free, compresa la Valle d’Aosta.
Per approfondimenti leggi il rapporto Comuni ricicloni 2021

Tags

Toscana Biologica e-commerce

Il Mulino di Pietra e-commerce