Rifiuti e riciclo

Elementari e medie, a Lastra a Signa borracce di alluminio per tutti gli studenti

Il sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni
Il sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni
Publiacqua le fornirà alle prime elementari, a tutte le altre classi ci pensa il Comune. Il sindaco Angela Bagni: “Il prossimo step sarà ridurre la plastica anche nelle mense scolastiche”.

 

LASTRA A SIGNA (Fi) – Un segnale forte per contrastare l’impiego della plastica monouso nelle scuole e in particolare delle famigerate bottigliette. Nei prossimi mesi a tutti gli studenti delle scuole elementari e medie del territorio di Lastra a Signa saranno distribuite borracce di alluminio che, al pari di zaino e astuccio, diventeranno compagne quotidiane della vita scolastica.

Il progetto è frutto di un accordo tra il Comune e Publiacqua, che ha deciso di fornire le borracce per le prime classi delle scuole primarie. Il Comune ha voluto estendere l’iniziativa finanziando a proprie spese la distribuzione anche a tutte le altre classi delle primarie e a tutti gli studenti delle scuola secondaria di primo grado per un totale di 1.345 studenti.

Lastra a Signa_borracce agli studenti_1La distribuzione partirà a breve, l’amministrazione comunale ha già ordinato le borracce che sono riconoscibili e personalizzate con il logo dell’azienda che gestisce il servizio idrico e del Comune.
“Si tratta di un progetto altamente educativo – ha spiegato il sindaco Angela Bagni- che abbiamo deciso di estendere, investendo 3.600 euro, a tutti i ragazzi delle elementari e delle medie e che si aggiunge alle tante iniziative sul tema ambientale che come Comune promuoviamo ogni anno. Il prossimo step sarà ridurre la plastica anche nelle mense scolastiche del territorio”.

“La distribuzione delle borracce a tutti gli studenti – hanno aggiunto l’assessore all’Ambiente Annamaria Di Giovanni insieme all’assessore all’Istruzione Matteo Gorini – ha l’obiettivo di favorire la diminuzione dell’uso della plastica, una pratica che deve partire necessariamente dalle giovani generazioni e quindi dalla scuola, un messaggio mirato al rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema”.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social