Appuntamenti Mostre

A Scandicci 300 mila tulipani e narcisi in fiore, sabato 30 l’apertura

Foto Regione Toscana
Foto Regione Toscana
Seconda edizione del progetto Wander and Pick. Un coloratissimo spettacolo per salutare la primavera e immergersi nella natura pur restando in città.

 

SCANDICCI (Fi) – Un bellissimo e colorato spettacolo per salutare la primavera e immergersi nella natura, pur restando in città. Sarà questo l’effetto del parco dei tulipani di Scandicci, di imminente apertura. Anche quest’anno, infatti, nel centralissimo parco CNR di Scandicci si schiuderanno i fiori di 300 mila bulbi (lo scorso anno furono 200 mila).

Alla sua seconda edizione il progetto Wander and Pick è cresciuto e ai tulipani si affiancheranno i narcisi, specie floreale autoctona, moltiplicando lo spettacolo dei colori e centrando ancor di più il senso del progetto, ovvero una ricerca approfondita della biodiversità e della storia botanica del territorio.

L’appuntamento con l’apertura al pubblico della fioritura è fissato alle 10,30 della mattina di sabato 30 marzo, dopodiché il parco CNR sarà accessibile per tutto il mese di aprile. Stesso luogo di fioritura dell’anno scorso – ovvero l’area di quasi un ettaro a circa 200 metri da piazza Resistenza nel Centro Rogers (fermata tramvia Resistenza), a un quarto d’ora di tram dal centro di Firenze – stesso accesso dal parco del Castello dell’Acciaiolo (via Pantin, 63) in orario 10-19.

Uguale all’anno scorso anche la formula: durante la fioritura dei tulipani i visitatori potranno infatti passeggiare e raccogliere i fiori dietro il versamento di un contributo destinato a coprire il costo del progetto (l’invito degli organizzatori è di un minimo di 3 euro per due fiori); per le scuole di Scandicci il campo fiorito sarà invece aperto gratuitamente tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13.

Novità di quest’anno è un programma di iniziative – in collaborazione con la Regione – sulla biodiversità dei prodotti e sulle abitudini alimentari salutari.
Wander and Pick è un progetto ideato, organizzato e finanziato dall’associazione non profit Le tribù della terra, con la collaborazione del Comune di Scandicci e il patrocinio e il contributo della Regione Toscana.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags