Agricoltura

Giovane imprenditrice aretina trionfa al Vinitaly

Foto Ufficio stampa Regione Toscana
Foto Ufficio stampa Regione Toscana

Eleonora Lisi, grazie alla sua linea di aceto balsamico “Acetoscana”, è tra i vincitori del concorso ‘Nuovi Fattori di successo’.

AREZZO – C’è anche una giovane imprenditrice toscana, Eleonora Lisi, titolare dell’azienda agricola “I Natali” di Tregozzano, alle porte di Arezzo, tra gli otto vincitori del concorso “Nuovi Fattori di successo”. Il concorso, ideato da Ismea, vuol premiare i protagonisti di buone pratiche di eccellenza nello sviluppo rurale. I giovani vincitori hanno tutti beneficiato dei fondi FEASR per la realizzazione dei loro progetti imprenditoriali.

La notizia del premio a Eleonora Lisi è stata accolta con grande soddisfazione dall’assessore regionale all’Agricoltura e foreste Marco Remaschi: “Ho appreso con piacere che la tua azienda risulta vincitrice del concorso realizzato da ISMEA – ha scritto Remaschi a Eleonora Lisi – e questo premio ci riempie di orgoglio, anche perché è la riprova che la Toscana è terra di eccellenze in agricoltura dove i giovani, come te, giocano un ruolo da protagonisti delle nuove sfide che caratterizzano il nostro sviluppo rurale, sempre più attento al paesaggio e all’ambiente”.

L’esperienza della Lisi si è distinta anche per la sua innovatività: dall’uva da vino, tradizionalmente coltivata dalla famiglia nell’aretino, la giovane Eleonora è passata a un prodotto nuovo: “Acetoscana”. Un prodotto naturale, con caratteristiche balsamiche, che esalta le caratteristiche del Chianti, sfruttando le proprietà che le fermentazioni naturalmente imprimono al succo dell’uva e al vino.

Il Concorso ‘Nuovi Fattori di successo’ seleziona e premia quei fattori che si traducono in buone pratiche nell’ambito dello sviluppo rurale: rendimento e innovazione, impatto sul territorio e sensibilità ambientale, valorizzazione delle risorse umane impiegate e grado di innovazione organizzativa, commerciale e comunicativa. Ben quattro degli otto vincitori di quest’anno provengono dal settore vitivinicolo.

Fonte: Regione Toscana

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

Video