Attualità

Vittoria degli animalisti: abolito il Palio con le Rane a San Casciano dei Bagni

Palio-Rane-Liberazione_Toscana-ambiente

Si farà con oggetti inanimati. L’associazione Irriducibili Liberazione Animale che ha manifestato dal 2013:  “Una buona notizia che attendevamo da anni”. 

 

di Gabriella Congedo
5 agosto 2022

SAN CASCIANO DEI BAGNI (Si) – Alla fine la buona notizia è arrivata: il Palio con le rane di San Casciano dei Bagni non si svolgerà più usando animali vivi ma rane finte. Ancora quasi non ci credono i volontari dell’associazione Irriducibili Liberazione Animale che dal lontano 2013 (irriducibili di nome e di fatto) ogni anno sono lì a manifestare contro questa gara. Erano pronti ad andarci anche stavolta senonché il 5 agosto sono stati informati dalla Questura di Siena che la corsa si sarebbe svolta con nuove modalità: al posto delle rane vive oggetti inanimati.

Non è stato facile ottenere questo risultato. La gara delle carriole con le rane era il momento clou del tradizionale Palio di San Cassiano. Consisteva nel mettere quattro rane, una per ogni contrada, su quattro carrette senza sponde e spingerle correndo in un percorso nelle stradine del centro storico. Le rane non stavano ferme e tentavano di scappare saltando e cadendo sull’asfalto. Venivano allora tirate su con un filo che era stato loro legato a una zampa e la gara poteva continuare. La bravura consisteva nel riuscire ad arrivare primi al traguardo con la rana sopra il carrello.

Palio con le rane striscioneContro questo divertimento a scapito di povere bestie terrorizzate si è battuta per anni l’associazione Irriducibili Liberazione Animale, senza rinunciare peraltro a cercare un dialogo con l’amministrazione comunale e gli organizzatori. Ma nonostante la disponibilità il cambiamento veniva rinviato a un futuro indeterminato.
L’associazione aveva anche proposto di sostituire le rane con una pallina, come si fa durante le prove, lasciando in pace i batraci nel loro ambiente invece di torturarli in una giornata d’estate tra due ali di folla urlante. Ma a quanto pare il divertimento era proprio lì.

Abbiamo sempre cercato il dialogo – racconta Alessandro Torlai, presidente dell’associazione – poi gli anni passavano e non succedeva nulla. E noi abbiamo continuato a manifestare senza mai mollare”.
Stavolta, dopo due anni di stop causa Covid, finalmente ci siamo: gli organizzatori hanno deciso di non usare rane vive ma animali di plastica. Sarà il primo Palio senza rane.

Dopo nove anni finalmente una scelta non facile da parte degli organizzatori – esulta Torlai -. Ringraziamo gli organizzatori del palio per aver deciso di modificare la gara e il sindaco per la disponibilità. Siamo convinti che San Casciano dei Bagni non abbia bisogno delle rane per attirare i turisti, nel territorio esistono altre importanti attrattive”.

Tags




Advertisement