Ecosistema Ricerca

Siena, un progetto per studiare il cambiamento dei paesaggi naturali

Indicatori di attività economiche e produttive dal IX secolo. (Immagine da Università di Siena).
Indicatori di attività economiche e produttive dal IX secolo. (Immagine da Università di Siena).

Attraverso sofisticate tecniche di telerilevamento verranno messe a fuoco le grandi trasformazioni subite dalle Colline Metallifere nell’Alto Medioevo, prima della grande crescita economica dell’XI secolo.  

SIENA – Studiare il cambiamento dei paesaggi naturali e antropici applicando metodologie innovative e multidisciplinari: è l’obbiettivo del progetto LOK-MED dell’Università di Siena, “The lands of kings and emperors in a Mediterranean region (9th-11th centuries). Fiscal estates and economic growth”, selezionato e finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca con 268.000 euro, all’interno di un programma di rafforzamento delle eccellenze per la ricerca in Italia.

Le indagini, iniziate nelle scorse settimane e coordinate del dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali dell’Ateneo senese, si concentreranno su una vasta porzione del territorio delle Colline Metallifere e coinvolgeranno i dipartimenti di Scienze fisiche e di Biotecnologie.

Attraverso sofisticate tecniche di telerilevamento per individuare elementi specifici del paesaggio come antichi terrazzamenti agricoli, cambi di uso del suolo agroforestale, miniere, carbonaie, insediamenti, viabilità e sistemazioni idrauliche, verranno messe a fuoco le grandi trasformazioni subite dal paesaggio nei secoli dell’Alto Medioevo, quando furono gettate le premesse della grande crescita economica attestata in buona parte dell’Europa a partire dall’XI secolo. I “paesaggi storici” così ricostruiti saranno restituiti in 3D per favorirne una più agile divulgazione.

Fonte: Università di Siena

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

Video