Rifiuti e riciclo

Firenze, i nuovi cestini a energia solare sono più capienti e wireless

Foto da Comune di Firenze
Foto da Comune di Firenze
Posizionati nei punti nevralgici del centro storico, raccolgono una quantità di rifiuti otto volte superiore rispetto a quelli classici e avvisano Alia quando devono essere svuotati.

 

FIRENZE – Sono arrivati i nuovi cestini compattanti a energia solare. Raccolgono una quantità di rifiuti otto volte superiore rispetto a quelli classici e avvisano Alia quando devono essere svuotati. I cestini sono due volte ‘smart’: dotati di un sistema di compressione alimentato da un piccolo pannello solare e di comunicazione wireless, permettono di accogliere un quantitativo di rifiuti otto volte superiore e forniscono agli addetti di Alia informazioni sullo stato del loro riempimento e sulla necessità di vuotatura.

Il primo è stato sperimentato con successo nelle settimane scorse in via Alamanni, all’uscita scale della stazione di Santa Maria Novella; gli altri sono adesso operativi in 10 punti del centro storico monumentale: via Cerretani angolo San Lorenzo; piazza San Giovanni angolo Martelli; via Calzaiuoli angolo piazza Duomo; piazza Signoria lato via Calimaruzza; via Calimala angolo con via Porta Rossa; via Calimala angolo piazza della Repubblica; via Calzaiuoli angolo via del Corso; via dei Cerchi angolo via del Corso; via delle Farine angolo via della Condotta; piazza del Grano, lato Loggia del Grano. I nuovi cestini intelligenti si affiancano agli 850 cestini e cestoni già presenti nel centro storico e per le loro caratteristiche saranno particolarmente utili in punti nevralgici dell’area Unesco.

“Questi nuovi cestini intelligenti – ha dichiarato Alessia Scappini, amministratore delegato di Alia Servizi Ambientali Spa – sono ideali nei punti di altissima affluenza di turisti, soprattutto durante le giornate festive. La capienza otto volte maggiore e la conoscenza dello stato di riempimento garantiscono maggior disponibilità ad accogliere rifiuti, evitando fuoriuscite o sversamenti, assicurando più pulizia di aree molto frequentate e quindi più decoro per il centro storico”.

Fonte: Comune di Firenze

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social