Mobilità

Nasce nel Valdarno il più grande impianto italiano per produrre stazioni di ricarica

stazioni-ricarica-elettrica_Toscana-ambiente
Foto ABB E-mobility

Un centro di eccellenza mondiale nel campo della mobilità elettrica. Produrrà una stazione di ricarica in corrente continua ogni 20 minuti.

 

Redazione
23 Giugno 2022

Il taglio del nastro
Il taglio del nastro

SAN GIOVANNI VALDARNO (Ar) – Sarà un centro di eccellenza mondiale nel campo della mobilità elettrica. È stato inaugurato a San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo, il più grande impianto in Italia per produrre stazioni di ricarica in corrente continua. L’ha costruito ABB E-mobility, azienda leader mondiale nelle soluzioni di ricarica per i veicoli elettrici, che ha investito nel nuovo stabilimento 30 milioni di dollari.

L’impianto si estende su una superficie di 16.000 metri quadri ed è in grado di produrre una stazione di ricarica in corrente continua ogni 20 minuti grazie alle sue sette linee di produzione. Ci sarà spazio anche per l’innovazione. La sede del Valdarno ospita, infatti, uno spazio di 3.200 m² per lo sviluppo e la prototipazione. Qui, circa 70 degli oltre 500 dipendenti si dedicheranno alla messa a punto di soluzioni innovative, nuovi software e strumenti di gestione del ciclo di vita del prodotto per integrare completamente le attività di ricerca e sviluppo con la produzione.

Nell’eccellenza globale del sito a San Giovanni Valdarno c’è una scommessa che parla al mondo: l’innovazione del mercato della mobilità – ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani intervenuto all’inaugurazione – Oggi salutiamo una nuova impresa che parla al futuro dal cuore della nostra regione, il Valdarno aretino. Siamo orgogliosi di ospitare un progetto che opera secondo i criteri di sostenibilità e convinti che investimenti come questo siano un riconoscimento anche per i nostri amministratori e per il tessuto di imprese e servizi nel territorio. La progettazione e produzione di sistemi per veicoli elettrici, fra cui il sistema Terra 360 per la ricarica dei veicoli, sono la sintesi quasi leonardiana di ciò che in Toscana s’intende per ‘ingegno’ e ricerca al servizio dello sviluppo”.

La struttura di Valdarno ambisce a ottenere la certificazione gold level LEED, lo standard indipendente riconosciuto a livello mondiale per la progettazione, la costruzione e la gestione di edifici eco-compatibili. L’acqua piovana viene raccolta per l’irrigazione, il 100% degli scarti di produzione viene riciclato e la totalità del fabbisogno energetico è soddisfatta da fonti rinnovabili certificate – compreso un impianto fotovoltaico che fornisce 720MWh di elettricità (che corrispondono alla mancata emissione di 338 tonnellate di CO₂ all’anno).

La distribuzione elettrica dello stabilimento è ottimizzata con una piattaforma che monitora e gestisce in modo efficiente oltre 9.000 dispositivi in tutta la struttura, tra cui la regolazione termica, l’illuminazione e le unità di trattamento dell’aria, con un potenziale risparmio energetico del 60% rispetto alle soluzioni tradizionali.

Tags


Advertisement