Attualità Rifiuti e riciclo

Pisa, ambientalisti e studenti insieme per meno plastica all’Università

Foto dalla pagina Facebook di Legambiente Pisa
Foto dalla pagina Facebook di Legambiente Pisa
Quattro mozioni per un ateneo più sostenibile: sono il cuore della campagna #unipiplasticfree promossa all’unisono da Legambiente Pisa, Greenpeace GL Pisa e Sinistra per…

 

di Marcello Bartoli

PISA – Quattro mozioni per rendere l’università di Pisa più sostenibile, seguendo la via già percorsa da altri atenei che in tutta Italia stanno rinunciando alla plastica usa e getta orientandosi verso comportamenti più virtuosi.
Sono il cuore della campagna #unipiplasticfree promossa all’unisono da Legambiente Pisa, Greenpeace gruppo locale Pisa e dal gruppo studentesco Sinistra per...

Meno plastica all'università_sondaggioLe mozioni, approvate anche dal Senato accademico, sono state lanciate ad aprile.
Chiedono il potenziamento della raccolta differenziata in università, l’abbandono dell’uso delle bottigliette di plastica da parte di studenti e studentesse agevolato dall’installazione di fontanelle nei vari dipartimenti, la riduzione dell’incarto plastico e dello spreco degli alimenti comprati nelle macchinette e infine l’istituzione di un Green Office. “Le Università – dichiarano i promotori in una nota – devono svolgere il ruolo di guida alla sostenibilità attraverso l’informazione, l’insegnamento e lo sviluppo di progetti con lo scopo di contribuire alla transizione sostenibile non solo dell’Ateneo ma anche del territorio circostante.

Ma vediamole più nel dettaglio:
Mozione 1 – Potenziamo la raccolta differenziata.
Aumentare la quantità non basta, bisogna migliorare anche la qualità. La mozione sulla raccolta differenziata in Ateneo punta i riflettori sulla facilitazione del riconoscimento dei bidoni e la creazione di hub di raccolta in cui si concentrino tutti i vari bidoni, evitando così una posizione cattiva e isolata che può portare gli studenti a non differenziare correttamente i propri rifiuti.

Mozione 2 – Riduciamo la plastica usa e getta
Anche nell’ateneo si consuma troppa plastica monouso e in particolare troppe bottigliette. Si chiede di installare erogatori di acqua potabile all’interno dell’Ateneo e di distribuire borracce agli studenti. Per raccogliere dati sul consumo di acqua in bottiglia nell’università i promotori hanno lanciato un questionario on line per gli studenti.

Mozione 3 – Miglioriamo la qualità del cibo
Si chiede un maggior controllo della qualità di cibi e bevande e la riduzione degli incarti plastici e dello spreco degli alimenti comprati nelle macchinette per raggiungere l’obiettivo di un’università plastic free.

Mozione 4 – Istituiamo il “green office”
Un luogo che sia un punto di riferimento per progettare e sviluppare idee, organizzare eventi e incontri con esperti sui temi della sostenibilità, dialogare con gli atenei di tutto il mondo per condividere idee sostenibili.

La campagna è in pieno svolgimento e in questi giorni, dal 31 maggio al 2 giugno, in occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, i promotori hanno allestito dei banchi informativi nel chiostro della Sapienza. Inoltre tra chi compilerà il questionario saranno estratte a sorte dieci borracce ecosostenibili messe in palio dall’Università.
Info: Sinistra Per,  Circolo Legambiente Pisa, Greenpeace Gruppo Locale Pisa

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social