Appuntamenti Convegni

Un convegno per promuovere la gallina di Livorno

convegno gallina di Livorno

Sabato 11 novembre al Museo di storia naturale del Mediterraneo di Livorno. È la razza più conosciuta e diffusa al mondo, importante sottolinearne le radici.

LIVORNO – Dare risalto a un’ambasciatrice della “livornesità” nel mondo e fare divulgazione sulla gallina livornese. E’ questa la finalità del convegno sulla razza avicola Livorno che si terrà sabato 11 novembre al Museo di storia naturale del Mediterraneo di Livorno.
L’iniziativa è stata presentata ieri a Firenze nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi, il segretario del Club italiano della razza Livorno Giuseppe Chionetti, la ricercatrice del dipartimento Scienze veterinarie dell’Università di Pisa Margherita Marzoni Fecia di Rosato e l’ex consigliere regionale Mario Lupi, in veste di promotore del convegno.

“Questa iniziativa si inserisce perfettamente nel percorso di valorizzazione della biodiversità che la Regione porta avanti da oltre vent’anni” ha detto l’assessore Remaschi. “Salvaguardare la specificità di razze come quella livornese  rientra perfettamente nell’obiettivo di coniugare le nostre attività di pregio al loro territorio di provenienza. Perché la Toscana è questo: qualità che si abbina e si coniuga con identità”.

La gallina livornese, quella dalle uova bianche, hanno spiegato i rappresentanti del Club italiano razza Livorno, è probabilmente la più conosciuta e diffusa al mondo. È quindi importante sottolinearne le radici livornesi e stimolare un rilancio degli allevamenti nella sua zona di provenienza (attualmente sono una quindicina).
Il convegno si aprirà sabato mattina alle 10 e fornirà una panoramica approfondita su qualità, caratteristiche, origini storiche della gallina livornese, ma anche indicazioni pratiche su come poterla allevare.
Durante la giornata anche un’esposizione di esemplari di Razza Livorno.

Fonte: Regione Toscana

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social