Agricoltura Corsi

Agricoltura ecologica, al via i corsi de “La Scuola della Terra Emilio Sereni”

Foto da www.facebook.com/terra.onlus
Foto da www.facebook.com/terra.onlus
Un progetto di formazione ecologica rivolto ad aspiranti agricoltori per un modello agricolo sostenibile e vicino ai ritmi naturali. Per candidarsi c’è tempo fino al 21 dicembre.

 

Agricoltura ecologica, sostenibilità, tutela ambientale, biodiversità, formazione ecologica, permacultura, educazione ambientale, innovazione e imprenditoria giovanile. Questa la cloud che promuove e presenta la “Scuola diffusa della Terra – Emilio Sereni”, progetto nato dall’incontro tra l’associazione Terra! e la Nando and Elsa Peretti Foundation cui si affianca il supporto delle aziende agricole il “Felcetone” e “La Tabacca”, oltre alla “Cooperativa Co.r.ag.gio”, realtà aderente a Cia. L’intero progetto è patrocinato dalla Regione Toscana.

La Scuola si propone di fornire agli agricoltori di domani le basi per mettere in pratica un modello agricolo a forte impronta ecologica, la chiusura dei cicli produttivi e lo sviluppo di filiere locali e sostenibili. Inoltre rappresenta un’opportunità di apprendimento e crescita per i giovani aspiranti agricoltori, ai quali si vuole garantire stabilità attraverso l’erogazione di 18 borse lavoro in quattro anni.

Previsti 5 cicli di formazione in 4 anni, ciascuno composto da tre fasi: teoria, pratica e tirocinio. Le lezioni affrontano tutte le tematiche connesse all’agricoltura ecologica, sia da un punto di vista generale (le risorse naturali, le problematiche ambientali, la biodiversità) che più in dettaglio, approfondendo le tecniche e le pratiche sostenibili di coltivazione e zootecnia. Per fornire un bagaglio completo ai partecipanti e offrire loro la possibilità di formarsi non solo come agricoltori, ma come imprenditori agricoli, vengono trattati anche gli aspetti più tipicamente gestionali legati alla conduzione aziendale (sviluppo di filiere, reti di vendita). Il terzo ciclo formativo avrà inizio il 14 gennaio 2019. Per candidarsi c’è tempo fino al 21 dicembre 2018. Per saperne di più è possibile consultare il relativo bando.

Fonte: Confederazione Italiana Agricoltori

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags