Attualità

Allarme ghiacci, da Viareggio alla Groenlandia un orso polare di cartapesta

Orso di cartapesta_2
Alto otto metri, l’ha realizzato la famiglia di carristi Lebigre e Roger. Obiettivo del tour: lanciare un messaggio forte sul cambiamento climatico.

 

VIAREGGIO (Lu) – Il Carnevale di Viareggio arriva fino in Groenlandia per lanciare un messaggio di allarme contro lo scioglimento dei ghiacciai. Un grande orso polare di cartapesta, costruito dai maestri carristi viareggini, è infatti il protagonista di un tour nell’isola del nord Atlantico che ha lo scopo di attirare l’attenzione sull’emergenza del cambiamento climatico.

L’orso, alto otto metri e in grado di compiere alcuni movimenti, è stato realizzato dalla famiglia Lebigre e Roger, da anni impegnata nella costruzione di opere allegoriche per il Carnevale di Viareggio e che vanta prestigiose collaborazioni artistiche in tutto il mondo.

Orso di cartapesta_1Corinne Roger, Elodie, Sebastian e Benjamin Lebigre, insieme agli studenti dell’Università della Groenlandia SPS e KTI e con l’Università danese VIA, corso di studi in Pedagogia, sono stati i protagonisti del Festival Nanoop Nukinga Nukivut, che si è svolto in questi giorni. Una manifestazione che ha affrontato tematiche legate alla cultura, al sociale e alle emergenze climatiche, raccontate per mezzo di spettacoli che hanno visto insieme studenti e istituzioni del luogo impegnate nel sociale, coordinati dalla famiglia Lebigre e Roger.

Al centro del tour l’esibizione del grande orso polare fatto di cartapesta, proprio come i carri del Carnevale di Viareggio. Accanto ad esso 65 figuranti che hanno indossato maschere a tema.
Il tour non è che l’ultima tappa di un percorso iniziato tre anni fa che ha visto gli artisti del Carnevale di Viareggio lavorare con studenti e istituzioni danesi per dar vita al grande Nukinga bianco, che le più importanti città della Groenlandia hanno accolto tra l’entusiasmo del pubblico.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social