Appuntamenti Itinerari

Boschi, macchia mediterranea e balconi sul mare all’Isola d’Elba

Foto Legambiente Arcipelago Toscano
Foto Legambiente Arcipelago Toscano
Il 16 giugno iniziano le passeggiate per i Sentieri dei Profumi a Marciana Marina. Escursioni nella natura e nella storia dimenticata di contadini, pescatori, bestie di terra e di mare.

 

passeggiata 16 giugno Val di Cappone sentieri dei profumiISOLA D’ELBA (Li) – Prende il via il 16 giugno la seconda edizione delle Passeggiate per i Sentieri dei Profumi a Marciana Marina che, ogni domenica fino al 15 settembre, porteranno gruppi di passeggiatori curiosi alla scoperta di profumi e colori di boschi, sentieri e vie intorno a Marciana Marina, il più piccolo Comune dell’Isola d’Elba e della Toscana.
Il ritrovo per la prima delle passeggiate – organizzate da Legambiente Arcipelago Toscano – è domenica 16 giugno alle 8,30 alla Piazzetta degli Artisti, sul lungomare, in viale Regina Margherita (poco dopo il moletto del Pesce in direzione porto).

L’itinerario
Alla radice del colle dell’Uccellaia si imboccherà l’ombroso sentiero che, prima costeggiato da una fitta macchia mediterranea e poi inoltrandosi in un alto bosco di lecci percorre Val di Cappone, si inerpica in una salita facile (salvo un paio di tratti) lungo un corso d’acqua che riserva sorprese come le rare felci preistoriche osmunde regalis e un territorio segnato da muri a secco, ricordo di una minuta e secolare fatica umana ormai dimenticata.

Raggiunte le Vigne dello Zega, dove il panorama ricomincia ad aprirsi sull’Elba e la costa e attraversato il piccolo canyon per raggiungere le Quattro Vie scavate nel caolino bianco, il percorso prende la strada  per il crinale di Colle alla Gatta e della Ripa, inoltrandosi di nuovo nella macchia mediterranea profumata e ronzante, lungo un sentiero che si affaccia su panorami montani sorprendenti che a volte si trasformano in balconi sul mare da dove scoprire Capraia, Gorgona e la Corsica, il continente e l’Elba che si tuffa da Monte Capanne in un mare luminoso dove migrano le balene e giocano i delfini.

Con una breve deviazione in discesa si raggiunge il punto panoramico di Punta della Madonna, a picco sul mare trasparente di Ripa Barata e sulla costa, sperando di avvistare uno dei rari gabbiani corsi che frequentano le scogliere gialle e bianche che vanno verso la Punta del Nasuto.
L’ultimo tratto è un’agevole e rilassante discesa verso il porto di Marciana Marina, stesa sul mare e che aspetta solo di essere fotografata prima di arrivare alla sua Torre Medicea e alla fine di questo piccolo viaggio nella natura prorompente dell’Elba e nella storia dimenticata di contadini, pescatori e bestie di terra e di mare.

Si raccomandano: scarpe chiuse, pantaloni lunghi, cappellino e acqua
Infolegambientearcipelago@gmail.com – 339 8801478

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags