Appuntamenti Olistica

La mistica sulle ali del vento, convegno sul dialogo tra religioni a Poppi

Danzatori dervisci
Danzatori dervisci
Dal 26 al 28 aprile. Si parlerà di mistica connessa all’era digitale con riferimenti al simbolismo dell’Arca dell’Alleanza. Sabato concerto di musica e danze Sufi.

 

Il castello di PoppiPOPPI (Ar) – Un progetto di ampio respiro che vuole indagare i valori comuni tra la mistica ebraica, cristiana, islamica sufi e induista. Torna in Casentino il 26, 27 e 28 aprile il convegno sul dialogo interreligioso e la spiritualità creatrice organizzato da Ulrike Schneider, artista e presidente dell’associazione Silenceart&Pace. Tema di quest’edizione: “La mistica sulle ali del vento – Dialogo tra le diverse religioni nell’Era Digitale”. L’evento, allestito nell’ex ospedale del borgo di Poppi, sarà come sempre intercalato da momenti di musica, arte, danza e lettura di poesie.

Gli interventi si concentreranno sul simbolo dell’Arca dell’Alleanza – che è possibile trovare nei maggiori testi sacri delle fedi monoteiste, e non solo, (Bibbia, Torah, Corano, ma anche libri induisti dei Veda) – come metafora della relazione tra umano e divino, natura e trascendente, pietra miliare su cui basare nuovi orizzonti di pace nel mondo. Il tema dell’Arca sarà poi indagato anche dal punto di vista dell’Era Digitale per capire come questo rapporto possa manifestarsi anche con i nuovi strumenti della tecnologia e dei media.

Tra i relatori ci saranno storici, filosofi, teologi, antroposofi, studiosi e artisti provenienti anche dal panorama della mistica ebraica, cristiana, islamica sufi e induista.
Tra di loro il filosofo e giornalista Piero Cammerinesi, Anselmo Grotti, filosofo e dirigente scolastico, Guglielmo De Rosa, psicologo-psicoterapeuta, orientamento antroposofico di Rudolf Steiner, fra Antonino Carillo, biblista, studioso dell’Ebraismo e dell’Islam, don Alfredo Jacopozzi, teologo, filosofo, docente presso la Facoltà Teologica di Firenze, Roberto Manzi, teologo, ricercatore in marketing e management e Gino Sansone, maestro di yoga e meditazione e teorizzatore del pensiero vegan. E poi ancora Gaia Shamanel, biblista, storica delle religioni, orientalista, scrittrice, psicoanalista, Elena Zapponi, antropologa.

Molti i temi su cui interverranno i relatori, dall’analisi di come si configura lo studio della mistica nel mondo informatico-digitale, dove virtuale e reale si mescolano, di cui si occuperà Anselmo Grotti; all’intervento dedicato all’anniversario dell’incontro tra San Francesco d’Assisi e il sultano d’Egitto al-Malik al-Kāmil, a cura dello storico e filosofo Pino Blasone. Il confronto, avvenuto nel 1219, ebbe luogo durante la Quinta Crociata e benché infuriasse una guerra fu pacifico e costruttivo. Secondo Blasone questo fatto “ci mostra ancor oggi come il dialogo inter-religioso sia non solo auspicabile, ma attuabile. Né è necessario essere mistici per crederci, praticarlo o adoperarsi per esso”.

Sabato 27 alle ore 21 appuntamento da non perdere con il concerto di musica Sufi – Ney, Daf e Danza dei Dervisci con le confraternite sufi Naqshbandi Haqqaniyya, Halvati Quadiri Rifai Naqshbandi e Jerrahi.
Per tutti gli eventi l’ingresso è libero.
Info: silenceartinfo@gmail.com 333 13.99.722

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social