Urbanistica

Nuovo ponte sul Serchio, firmato un accordo da 15 milioni di euro

Foto Regione Toscana
Foto Regione Toscana
Entro il 2019 partirà il cantiere, completamento previsto per il 2022. Rossi: “Intervento ormai divenuto indispensabile che metterà in sicurezza la popolazione”.

 

LUCCA – Un nuovo ponte sul fiume Serchio, a Lucca, collegherà la Statale 12 dell’Abetone e del Brennero e la Provinciale 1 Francigena. La nuova infrastruttura, già prevista da anni negli strumenti urbanistici di Lucca e inserita tra le opere strategiche del Piano regionale integrato per le Infrastrutture e la Mobilità, è finalmente ai nastri di partenza grazie all’accordo firmato oggi dal presidente della Toscana Enrico Rossi e dal presidente della Provincia di Lucca Luca Menesini, che destina al ponte quasi 14,5 milioni di euro di risorse del Fondo di Sviluppo e coesione.

“La Regione – ha detto Enrico Rossi – finanzia un’opera con risorse importanti, non una cosa di poco conto. Un’opera cruciale e con un impatto davvero considerevole per la vita delle persone e per il sistema economico di tutta l’area. L’intervento era ormai divenuto indispensabile, dato che un’eventuale chiusura del ponte attuale provocherebbe disagi pesantissimi. Se non dovessero esserci problemi entro il 2019 entreranno in azione le ruspe, mezzi che di questi tempi sono molto di moda”.

Soddisfatti anche il presidente della Provincia di Lucca Luca Menesini (“un’opera molto attesa. Un nuovo attraversamento sul fiume che va a interessare una zona particolarmente satura ma che soprattutto mette in sicurezza la popolazione dato che il Serchio ci ha abituato a situazioni critiche.”) e il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini (“c’è un intero comprensorio che dipende da un ponte ottocentesco ristrutturato dopo il secondo dopoguerra; immaginatevi le conseguenze in caso di interventi di manutenzione, si fermerebbe un’intera area. Un’opera essenziale, attesa dal 2011 e che soprattutto mette in sicurezza tutto il territorio su cui grava”).

In base all’accordo, la Regione finanzierà l’opera con un investimento complessivo di circa 15 milioni e la Provincia di Lucca farà da responsabile del procedimento e da stazione appaltante per l’opera. Sarà istituito un collegio di vigilanza, presieduto dallo stesso Rossi, che verificherà il rispetto degli impegni assunti e in caso di ritardi o inadempienze potrà prima sollecitare al rispetto dei tempi previsti, poi procedere alla nomina di un commissario ad acta. Il completamento dei lavori è previsto entro il 2022.

Fonte: Regione Toscana

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social