Attualità

Wwf Toscana: sbagliato mettere fuori servizio le guardie ambientali volontarie

Guardie ambientali del Wwf in azione di pattuglia antibracconaggio
Guardie ambientali del Wwf in azione di pattuglia antibracconaggio
Le polizie provinciali di Siena e Pisa disattivano il servizio di tele prenotazione mettendo di fatto fuori servizio le guardie volontarie. Scaduta il 30 giugno la delega alle polizie provinciali del coordinamento dell’attività.

 

di Roberto Marini, delegato Wwf Italia per la Toscana

I fatti risalgono a sabato 14 Settembre, giorno prima dell’apertura generale della stagione venatoria, quando le associazioni che operano sul territorio con guardie volontarie si sono viste recapitare, da parte dei comandanti delle Polizie provinciali di Siena e Pisa, una preoccupante comunicazione dove si informava che l’indomani non sarebbe stato più possibile entrare in servizio in quanto le Polizie provinciali procedevano a disattivare il servizio di tele prenotazione telefonica, strumento che permette alle guardie volontarie di entrare in servizio, e che non avrebbero più svolto nessuna funzione di coordinamento delle stesse.

Il coordinamento dell’attività di vigilanza volontaria, ai sensi dell’art. 51 della Legge Regionale 3/94, spetta alla Regione che poi ha delegato alle polizie provinciali attraverso uno specifico atto convenzionale, che apprendiamo essere scaduto già al 30 giugno scorso. Da qui la protesta delle sopra citate Polizie provinciali messa appunto in atto attraverso la disattivazione del sistema di tele prenotazione e la cessazione del loro coordinamento e supporto all’attività dei volontari.

La situazione creatasi ha generato il risultato che sin dal giorno dell’apertura della stagione venatoria le guardie volontarie non sono uscite in servizio, venendo di conseguenza a mancare tutti quei controlli rivolti a tutelare la fauna e la sicurezza dei cittadini. Ad oggi la situazione non ci risulta essere cambiata e il Wwf Toscana esprime e manifesta grande preoccupazione sul grave accaduto che spera venga prontamente risolto. Si sollecita la Regione Toscana ad attivare prontamente tutti i suoi strumenti normativi e regolamentari per risolvere velocemente la vicenda e consentire alle guardie volontarie di svolgere la loro attività istituzionale.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social