Rifiuti e riciclo

Settimana Europea riduzione rifiuti: le iniziative in Toscana

SERR_iniziative in Toscana

La nona edizione dal 18 al 26 novembre. Il tema di quest’anno è “Diamo una seconda vita agli oggetti”, dalla riparazione e riuso al riciclo creativo. Più di 5.000 le iniziative registrate.

ll Comitato promotore nazionale della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), composto da CNI Unesco, Ministero dell’Ambiente, Utilitalia, Anci, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente e AICA  hanno scelto per l’edizione 2017 il  tema “Diamo una seconda vita agli oggetti”.
L’obiettivo è quello di porre l’attenzione sulle buone pratiche di riutilizzo: a partire dalla riparazione e dal riuso degli oggetti, passando dal riciclo creativo. 

La “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” è nata all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea. Anche per quest’anno il Comitato promotore nazionale si augura una partecipazione numerosa da parte di istituzioni e cittadini. Ci si attendono proposte e azioni per prevenire, ridurre o riciclare correttamente i rifiuti a livello nazionale e locale.
Vediamo allora alcune delle iniziative che si stanno svolgendo in Toscana.

Venceremos nasce dall’idea di un singolo che invita tutti coloro che prenderanno parte al test match di rugby di Italia-Argentina, a Firenze, a non portare allo stadio materiali usa-e-getta e a  separare correttamente i materiali riciclabili usando gli appositi contenitori.

NH Hotel Group pensa ai rifiuti prodotti nel settore turistico; durante la Settimana della riduzione rifiuti le strutture ricettive del gruppo a Firenze espongono alla reception, negli ascensori e nelle bacheche interne una locandina per informare dell’evento clienti, personale e fornitori accompagnata da un cartello informativo che illustra, attraverso dieci regole, gli aspetti fondamentali della raccolta differenziata. Sono stati anche organizzati corsi in aula sulla gestione dei rifiuti in modo da rafforzare la raccolta differenziata all’interno delle strutture alberghiere.

Altre iniziative, come quella del Comune di Londa, vedono insieme amministrazione locale e scuola (l’Istituto Comprensivo Desiderio da Settignano) nella costruzione di oggetti creativi partendo dai rifiuti (riciclo artistico) che saranno venduti durante la festa dell’8 dicembre. Il ricavato contribuirà al fondo cassa per l’acquisto del defibrillatore per la scuola.
Sempre in ambito scolastico IIS Vasari di Empoli ha allestito un mercatino dello scambio di oggetti portati dagli alunni e un laboratorio di riciclo dei rifiuti.

Non mancano le iniziative del mondo dell’associazionismo: a Pontedera, in occasione del Vegan Fest, è stato installato un fontanello per l’erogazione dell’acqua pubblica nell’area di svolgimento della VeganFest per diffondere e incentivare la cultura del bere acqua pubblica, che porta a  una notevole riduzione delle bottiglie e imballaggi di plastica.
Tutte le azioni e le iniziative registrate, più di 5000, sono visibili sulla mappa di SERR.

Fonte: Arpat

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags