Ricerca

Unifi, una nuova app gratuita per prevedere il rischio caldo

agricoltura-clima-ambiente-toscana
L’Ateneo fiorentino partecipa alla piattaforma europea Heat-Shield. Imprenditori e lavoratori potranno avere previsioni personalizzate e suggerimenti sulle precauzioni da prendere.

FIRENZE – Una piattaforma online capace di prevedere su tutto il territorio europeo il rischio da caldo per i lavoratori di cinque settori produttivi: agricoltura, costruzioni, trasporti, turismo e manufatturiero e in grado di personalizzare le indicazioni in base alle caratteristiche fisiche del lavoratore, al vestiario, all’intensità dello sforzo e all’eventuale esposizione al sole.

E’ il risultato di Heat-Shield, progetto europeo del programma Horizon 2020 a guida danese con la partecipazione di 20 centri di ricerca e imprese internazionali, a cui l’ateneo fiorentino partecipa con il Dipartimento di Scienze delle produzioni agroalimentari e dell’ambiente e il Centro di Bioclimatologia. La presenza italiana nel progetto quinquennale (2016-2020) è completata dall’Istituto di Biometeorologia del CNR, da INAIL e dal Centro Regionale Infortuni Malattie Professionali.

Il prototipo della piattaforma informatica (http://heatshield.zonalab.it/) è stato presentato a Roma giovedì 21 giugno: il sistema, che sarà di libero utilizzo per i lavoratori, i  datori di lavoro e in generale per chi si occupa di salute in ambito lavorativo, fornisce all’utente  una previsione personalizzata del rischio da caldo fino a 5 giorni, con suggerimenti sulla quantità di liquidi da reintegrare e di riposo da osservare durante i momenti più critici della giornata. La piattaforma fornisce anche una previsione di lungo periodo (fino a 46 giorni) del rischio da caldo, utile per migliorare la pianificazione e l’organizzazione delle attività lavorative.

Fonte: Università di Firenze

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social