Appuntamenti Incontri

A Pistoia il docu-film “Legno Vivo – Xylella, oltre il batterio” (video)

Venerdì 24 gennaio proiezione e dibattito con esperti e autori sulla questione Xylella, il batterio accusato della strage degli ulivi pugliesi.

 

PISTOIA – In Puglia chi non abbatte gli ulivi rischia multe salate. Per quale ragione sta succedendo tutto questo? Tutta colpa di un batterio? L’unica soluzione è la loro eradicazione? E cosa rischiamo perdendoli?

A queste e altre domande si è cercato di rispondere con “Legno Vivo – Xylella, oltre il batterio”, il docu-film prodotto e realizzato da Elena Tioli (Vivere senza Supermercato), Filippo Bellantoni (Bosco di Ogigia), Francesca Della Giovampaola (Bosco di Ogigia) e Simone Cannone che sarà proiettato venerdì 24 gennaio, alle ore 21.00 presso il Circolo Garibaldi, in corso Gramsci 52 a Pistoia (dalle ore 20 apericena, alle ore 22.15 dibattito con esperti e autori). Le proiezioni avranno luogo anche sabato 25 gennaio alle ore 16.00 presso la sala consiliare del Comune di Carmignano (Po) e domenica 26 gennaio alle ore 20.30 presso il Cinema Odeon di Firenze.

Il documentario, presentato in prima visione il 26 novembre al Senato della Repubblica, vuole essere spunto di riflessione e approfondimento sulla questione Xylella, il batterio accusato della strage degli ulivi pugliesi che negli ultimi anni ha imperversato nel dibattito pubblico, mediatico e politico, con risvolti non solo agricoli ed economici ma anche ambientali, sanitari, giuridici e sociali. La questione Xylella va infatti ben oltre il destino di un comparto agricolo fiore all’occhiello del Made in Italy. Gli ulivi in Puglia sono un presidio contro desertificazione, siccità e dissesto idrogeologico, fondamentale riserva idrica, garanti della biodiversità, attrazione per milioni di turisti, fonte di reddito per tante famiglie e tratto identitario di un’intera Regione.

La tesi degli autori del documentario è che questo patrimonio stia per essere distrutto per lasciare spazio a speculazioni e nuove coltivazioni, intensive e super-intensive, finanziate con lauti finanziamenti pubblici. Si porta l’esempio della Spagna dove, nella provincia di Almeria, in pochi decenni l’agricoltura tradizionale è stata soppiantata da quella industriale, i piccoli agricoltori sono scomparsi, i paesi abbandonati, le terre rese sterili dall’iper-sfruttamento e dall’ampio utilizzo dell’agrochimica.

Dopo la proiezione ci sarà un dibattito aperto a tutti al quale interverranno, insieme a esperti, scienziati e giornalisti anche gli autori del lavoro: il regista e giornalista Filippo Bellantoni, la scrittrice Elena Tioli, la giornalista Francesca Della Giovampaola e il videomaker Simone Cannone.

Il progetto del documentario, nato d’impulso a inizio 2019 e girato tra marzo e luglio dello stesso anno, è stato autoprodotto dagli autori (Bellantoni, Tioli e Della Giovampaola) con il sostegno della raccolta fondi attiva sulla piattaforma Gofoundme. Informazioni: info@legnovivifilm.it – Elena Tioli 347 5644943

Fonte: ISDE Medici per l’Ambiente

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social