Attualità

Il ministro Costa in Toscana dopo il via al recupero delle ecoballe

sergio-costa-ministro-toscana-ambiente
Domenica 9 agosto il ministro dell’Ambiente sarà all’Isola d’Elba e nei giorni successivi a Capraia, Pianosa e Montecristo.

 

Quasi in concomitanza con il primo atto che, dopo la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale, dà il via alle operazioni di recupero delle ecoballe disperse nel tratto di mare tra l’isola d’Elba, Piombino e Follonica, domenica 9 agosto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, insieme a una delegazione, sbarcherà all’Isola d’Elba per una visita alla sede del Parco Nazionale Arcipelago Toscano e incontrerà una rappresentanza delle autorità locali, sindaco, Forze dell’ordine e stampa.

“In questo momento il Governo ha votato lo stato di emergenza per rimuovere le ecoballe di rifiuti, nel Golfo di Follonica dal 2015. Abbiamo sei mesi di tempo per salvare le nostre coste e il mare” aveva annunciato il ministro nella tarda serata di mercoledì 22 luglio su Twitter, durante il Consiglio dei ministri. Il Capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, nominato commissario, ha firmato l’ordinanza che disciplina gli interventi urgenti per il recupero delle balle di combustibile solido.

Ricco il programma di lunedì 10 agosto quando, grazie al supporto logistico della Guardia Costiera e dell’Arma dei Carabinieri, il ministro sarà in mattinata a Capraia per incontrare il sindaco e presidente della Provincia di Livorno Marida Bessi. Nell’occasione sarà inaugurato il nuovo Centro di educazione ambientale e Info point dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità realizzato alla Salata e dedicato alle eccellenze ambientali e archeologiche dell’isola e al Santuario internazionale dei mammiferi marini.

Nel pomeriggio la delegazione raggiungerà l’Isola di Pianosa dove verranno presentate al ministro le attività di fruizione gestite dall’Ente Parco, i lavori di ristrutturazione della Casa dell’agronomo, il nuovo allestimento del Museo delle Scienze Geologiche e Archeologiche e le catacombe recentemente affidate in gestione al Parco dalla pontificia commissione per l’archeologia sacra. Nel tardo pomeriggio, infine, il trasferimento all’Isola di Montecristo dove la delegazione ministeriale si tratterrà fino al giorno dopo per una breve visita per poi fare rientro a Roma.

Fonte: Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags