Ecosistema

Terza schiusa di Caretta caretta in Toscana, fiocco rosa a San Vincenzo

Caretta caretta_schiusa-nido
Foto di Stefano Giorgerini da www.tartamare.org

Sessantaquattro tartarughine nate questa notte. TartAmare e Wwf continuano il monitoraggio no stop del nido nella speranza di nuove nascite.

 

Redazione

SAN VINCENZO (Li) – Il primo gruppo, numeroso, è emerso alle 2 di questa notte. Poi, nel giro di un’ora, un altro gruppetto di una ventina di tartarughine ha guadagnato l’uscita mentre l’ultima ritardataria è sbucata fuori, sola soletta, alle 6 di questa mattina, raggiungendo il mare alla tenue luce dell’alba.

Un’altra notte magica sulle coste toscane con la schiusa a sorpresa del nido di Caretta caretta sulla spiaggia di Rimigliano, a San Vincenzo. 64 piccole tartarughe sono emerse dalla sabbia e si sono dirette velocemente in mare sotto gli sguardi attenti ed emozionati dei volontari dell’associazione tartAmare e del WWF, con cui tartAmare ha un accordo di collaborazione.

Una schiusa inaspettata in quanto, informa l’associazione, la nascita dei tartarughini era prevista per il 12 settembre e il monitoraggio h24 del nido avrebbe dovuto cominciare proprio oggi, 9 settembre. Ma la natura ha deciso di anticipare. Nel pomeriggio di ieri due volontari, passeggiando nei pressi del nido, si sono accorti della formazione di un cratere di emersione; hanno subito avvisato la responsabile scientifica di tartAmare Luana Papetti e alcuni operatori dell’associazione sono volati sul posto.

Foto di Stefano Giorgerini
Foto di Stefano Giorgerini

Per fortuna la spiaggia di Rimigliano è tranquilla e i piccoli sono riusciti a raggiungere l’acqua senza disorientarsi per le troppe luci. Era stata scelta per questo, visto che in origine il nido non era qui. Il 21 luglio mamma tartaruga aveva deposto le uova nella cala di Santa Lucia a Castiglioncello. Un posto rischioso, troppo vicino alla riva e soggetto a forti mareggiate. Se fosse stato lasciato dove si trovava, il nido sarebbe andato certamente distrutto. Lo staff scientifico di tartAmare ha deciso di traslocarlo nella vicina spiaggia di Rimigliano, più sicura, dove in passato altre nidificazioni si sono concluse con successo.
I volontari di tartAmare e WWF continueranno a sorvegliare il nido 24h nei prossimi giorni per essere presenti in caso di nuove nascite.

Quest’anno i nidi accertati in Toscana sono cinque. Quella di stanotte è la terza schiusa, preceduta dalle due di Castiglione della Pescaia. Rimangono gli ultimi due nidi, a Rosignano Marittimo e Marina di Grosseto. La stagione comincia a essere un po’ avanti ma speriamo che anche lì presto si possa appendere il fiocco rosa.

Fonte: tartAmare

Tags

Toscana Biologica e-commerce

Il Mulino di Pietra e-commerce