Mobilità

Pisa pedala in grande, da settembre 13 nuove stazioni di bike sharing in città

Foto Comune di Pisa
Foto Comune di Pisa
Le stazioni dalle attuali 26 saliranno a 39. Saranno coperte zone del centro ancora sprovviste, le periferie e l’ospedale di Cisanello.

 

PISA – Pisa punta sulla mobilità ciclabile. Dopo l’inaugurazione della Ciclopista del Trammino, lunga quasi dieci chilometri, che collega Pisa al suo mare, adesso sono in arrivo tredici nuove stazioni per Ciclopi, il servizio di bike sharing della città. Sono quelle che saranno installate durante il mese di settembre per rendere più capillare un servizio molto apprezzato da turisti e residenti.

Una volta a regime il numero di stazioni per il servizio di CicloPi (attualmente di 26) salirà a 39, confermando Pisa una delle prime città in Italia per l’attenzione alla mobilità ciclistica. Nel 2019 il Comune ha confermato le quattro “Bike Smiles” su cinque di “Comuniciclabili”, l’osservatorio nazionale di FIAB che valuta, attraverso parametri oggettivi e misurabili, l’attenzione dei Comuni verso la mobilità ciclistica. Con 2.240 viaggi per anno ogni 1.000 abitanti è una delle prime città in Italia per viaggi giornalieri di bike sharing.

Le nuove stazioni, dove saranno

Le nuove stazioni nelle quali ritirare o lasciare la bicicletta andranno in parte a coprire alcune zone del centro ad oggi sprovviste del servizio, in parte andranno ad ampliare il bike sharing estendendolo anche alle periferie. Tre nuove stazioni troveranno spazio presso l’ospedale di Cisanello; le altre saranno installate: una al quartiere Cep in piazzale Donatello, una davanti al Museo del Calcolo ai Vecchi Macelli in largo Spadoni, una vicino alle scuole Toniolo in via Nisi, una nel quartiere San Giusto in via Pardi, una nei pressi del cimitero di San Piero a Grado, una accanto agli impianti sportivi CUS a Porta a Lucca, una accanto all’Asl in via Garibaldi, una in via Carducci in zona Fontina (San Giuliano Terme), una presso le Residenze Praticelli in zona Fontina – CNR (San Giuliano Terme) e una in zona di Isola Verde a Cisanello.

Ciclopi, cos’è e come funziona

Si tratta del servizio di bike sharing per tutti coloro che vivono a Pisa o che la frequentano per lavoro, svago o turismo. Stazioni distribuite sull’area urbana che consentono di vivere la città su due ruote, di spostarsi autonomamente scegliendo il proprio percorso e decidendo i propri tempi. Abbonandosi al servizio è possibile prelevare la bicicletta in una delle stazioni presenti in città e depositarla in una qualsiasi, purché con posti liberi.

Per usufruire del servizio bisogna abbonarsi a Ciclopi (online o presso gli uffici dedicati) e attivare la card personale accedendo all’area riservata. Dopo questi due semplici passaggi non resta che raggiungere la stazione Ciclopi più vicina e prelevare la bici passando la card su una colonnina con bici disponibile. Terminata la pedalata, per riconsegnare la bicicletta basterà lasciarla in una stazione Ciclopi. A disposizione dell’utente anche l’app “Bicincittà” che permette di visualizzare in tempo reale la disponibilità di biciclette e di colonnine libere nelle stazioni di bike sharing della rete.

Fonte: Comune di Pisa

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags

Video