Rifiuti e riciclo

Discarica di Firenzuola, sì all’ampliamento. Ed è già polemica

Discarica del Pago
Dovrà essere compensato da un aumento della raccolta differenziata. Tommaso Fattori (Sì): “Brutta notizia. L’annunciato ‘nuovo corso’ della Regione sui rifiuti inizia nel peggiore dei modi”.

FIRENZUOLA (Fi) – La Regione Toscana ha autorizzato l’ampliamento della discarica del Pago di Firenzuola per 240mila tonnellate. E dunque il contestato impianto potrà continuare a ricevere i rifiuti urbani dell’Ato Centro (corrispondente alle province di Firenze, Prato e Pistoia). Però a una condizione: che il conferimento in discarica venga compensato da un analogo aumento della raccolta differenziata nell’anno precedente. In pratica, se la discarica può accogliere 50mila tonnellate all’anno, i rifiuti saranno  accettati solo se la raccolta differenziata è aumentata di 50mila tonnellate.

Intanto l’Ato Centro, per voce della sua presidente Alessia Bettini, si è impegnato a raggiungere l’obiettivo del 70% di raccolta differenziata entro il 2020. “Un impegno forte e solenne – ha dichiarato il presidente Rossi – Quanto all’ampliamento della discarica, si tratta di una modalità del tutto nuova che ripeteremo”.

Se il governo regionale non nasconde la soddisfazione per l’accordo, ben diversa è la chiave di lettura che ne dà una parte dell’opposizione.
“L’ampliamento della discarica de Il Pago per accogliere ulteriori 250 mila tonnellate di rifiuti è una brutta notizia, per i cittadini di Firenzuola e per i toscani commenta Tommaso Fattori, capogruppo di Sì toscana a Sinistra – L’annunciato ‘nuovo corso’ della Regione sui rifiuti inizia nel peggiore dei modi ed è sbagliato mettere in relazione l’ampliamento della discarica con l’impegno ad aumentare la differenziata al 70% entro il 2020. L’una cosa non può essere la compensazione dell’altra. Finalmente la discarica era stata chiusa ma adesso, come nel gioco dell’oca, si torna di nuovo alla partenza”.

“Dispiace vedere che si continui a fare propaganda politica su una vicenda che coinvolge un’intera comunità e sulla quale la Regione Toscana ha espresso un impegno importante – replica l’assessore all’Ambiente Federica Fratoni – Il Piano vigente dei rifiuti prevede per quella discarica un ampliamento di ben 900mila tonnellate. La Giunta regionale lo ha concesso di sole 240mila. Inoltre abbiamo preteso dall’Ato Centro un impegno concreto a recuperare le quantità di rifiuti conferite in aumento di raccolta differenziata entro la data di chiusura definitiva dell’impianto. Si valutino i fatti per quel che sono invece di fare affermazioni che niente hanno a che fare con la realtà”.

Condividi l'articolo sui tuoi social
Tags
error

Condividi l'articolo sui tuoi social